Approvato il bilancio ma con tanti tagli

Leonforte. Come era prevedibile, pur emendandolo in 5 punti, il Consiglio comunale di Leonforte, alla fine, ha approvato, all’unanimità , il bilancio di previsione 2011, per la somma di oltre 25 milioni di euro, al termine di una seduta assai dibattuta, iniziata alle ore 17 di mercoledଠe terminata ben oltre la mezzanotte. Lo strumento economico-politico, presentato dalla Giunta di Centrosinistra, diretta dal sindaco Pino Bonanno, era stato rinviato per due volte, l’ultima per via del taglio di Ici e Tarsu, determinata dal Consiglio comunale, che aveva sortito la differenza tra entrate e uscite di circa 150 euro. Di conseguenza questo è avvenuto attraverso i tagli di altre voci che hanno consentito il varo.
Ma anche dopo il dibattuto sugli emendamenti presentati dai gruppi di maggioranza di Centrodestra, significando, però, che, essendo 20 i consiglieri e otto i gruppi consiliari, ognuno ha votato il proprio. In effetti, 110 mila euro sono stati recuperati dalla riduzione della spesa per la Tarsu, 32 mila euro dai possibili contributi alle associazioni di vario tipo e somme più piccole da altre voci in bilancio. E’ stato bocciato, invece, l’unico emendamento presentato dai consiglieri del PD che suggerivano di recuperare le somme del mancato incasso dell’Ici con i costi della politica, ovvero a carico delle indennità  di amministratori e consiglieri. Comunque, a conclusione dei lavori, ovvero al momento del voto, in aula, assenti i consiglieri Melo Sottile, Domenico Livolsi e Ignazio Lattuga, hanno votato a favore i 17 consiglieri presenti: Fedele Pioppo, Antonino Scaccia, Mario Panvini, Salvatore Spataro, Massimiliano Trecarichi, Fiorenza Filippo; Vincenzo Barbera, Domenico Nastro, Angelo Cremona, Gaetano Potenza, Luigi La Delfa, Alfredo Battiato, Giovanni Vasta, Antonino Forno, Angelo Mangione; Indipendente: Vincenzo Cottonaro, Angelo Castrogiovanni. Non soddisfatto di come si è svolta la seduta e del mancato accoglimento dell’emendamento presentato dal Pd, il sindaco Pino Bonanno ha voluto rilasciare questa dichiarazione: «Anche se il gruppo che mi rappresenta in consiglio ha votato il bilancio, mi preme rimarcare come, in un momento di vera crisi, non sia stato accolto l’emendamento da noi proposto sull’Ici che avrebbe permesso di recuperare delle somme a carico della politica, ovvero di amministratori e consiglieri. E’ chiaro che questo bilancio ci creerà  dei problemi, visto che sono state tagliate le somme destinate alle manifestazioni di vario tipo».
Carmelo Pontorno da La Sicilia del 02/09/2011

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *