Blitz al cimitero 15 assenti

cimitero Leonforte. Nei giorni scorsi, nell’ambito dei servizi finalizzati alla prevenzione e repressione del fenomeno dell’assenteismo, gli uomini del Commissariato di P.S di Leonforte. ““ diretti dal Commissario Capo Salvatore Tognolosi ““ hanno proceduto alla denuncia in stato di libertà  di 15 soggetti, avviati ai cantieri di servizi istituiti ai sensi della legge regionale nr. 5/2005, per il reato di truffa aggravata ai danni di un ente pubblico, poiché all’atto di un controllo nel cantiere di servizio del cimitero leonfortese, risultavano assenti.
In particolare, gli uomini del Commissariato, effettuavano un controllo presso il locale cimitero, al fine di verificare se i soggetti avviati ai cantieri di servizi istituiti ai sensi della legge regionale nr. 5/2005 ““ percettori del c.d. “reddito minimo di inserimento”, ““ dopo aver firmato il “foglio di presenza”, si allontanavano dal luogo ove avrebbero dovuto svolgere l’attività  in questione, per farvi ritorno solo a fine giornata.
Pertanto, gli agenti leonfortesi, dopo aver ottenuto dagli uffici del Comune di Leonforte copia del già  citato “foglio di presenza” dei soggetti che in teoria avrebbero dovuto essere presenti presso il cimitero leonfortese, si recavano in tale luogo, ove ““ permanendo dalle ore 10.45 alle 11.05 di quella mattina ““ verificavano l’assenza di ben 14 soggetti che, ipoteticamente, avrebbero dovuto ivi trovarsi, in quanto firmatari del suddetto “foglio di presenza”. Un quindicesimo, invece, accedeva, durante il controllo, da un ingresso secondario del camposanto, asserendo di essere già  all’interno dello stesso. Tuttavia quest’ultimo era stato notato dagli agenti presenti all’atto del successivo ingresso, poiché, opportunamente, i poliziotti leonfortesi si erano piazzati in ognuno dei tre ingressi dell’area cimiteriale, constatando immediatamente che il quindicesimo soggetto arrivava dall’esterno.
Sono in corso accertamenti atti a verificare l’onere della vigilanza sui soggetti risultati assenti dal posto di lavoro, ed accertare quando e come gli assenti si erano allontanati dal posto di lavoro.
Gli uomini del Commissariato leonfortese, ricostruito, dunque, il quadro della vicenda ed appurato l’assenza comunque ingiustificata degli operatori dal luogo di lavoro, segnalavano, pertanto, i 15 soggetti, alla procura della repubblica di Nicosia, per l’indicato reato di truffa aggravata ai danni i ente pubblico.

Fonte:Vivienna.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *