Cantieri di servizio, dalla Regione arrivano gli aiuti e ora si respira

redditomin1Leonforte. I sindaci dei Comuni interessati ai cantieri di servizio hanno ricevuto dalla Regione la lettera che sostanzialmente li autorizza ha ripristinare l’iniziativa. E’ un tira e molla che tiene sempre sulle spine queste persone e le novità  apportate al decreto legge riguardano l’annullamento di quel 20% a carico delle amministrazioni comunali e anche, nel calcolo dei redditi delle persone che avanzano l’istanza, di eventuali pensioni di invalidità  e similari. E’ noto di come i sindaci si erano lamentati dell’obbligo a corrispondere una percentuale (a seconda del numero degli abitanti) della spesa generale e la notizia viene a dare un momento di sollievo agli amministratori che debbono fare i conti con le casse vuote. «Era un problema – ha detto il sindaco di Nissoria, Filippo Buscemi – problema che ci aveva messo in difficoltà  e che ci impegnava a cercare, in un modo o nell’altro, soluzioni che potessero soddisfare le esigenze dei nostri concittadini che, lo riconosco, svolgono un ruolo importante nel nostro paese, realizzando lavoretti che risultano efficaci ai fini della funzionalità  pubblica». Anche da Leonforte si prende atto di quest’importante novità  e l’assessore Francesco Sinatra dice: «Se non una soluzione a tutti i problemi di queste persone inserite nei cantieri di servizi, sicuramente si deve prendere atto che sono stati riconosciute le difficoltà  delle amministrazioni comunali che potranno muoversi meglio in un contesto molto delicato». da La Sicilia del 16/03/09

Visualizza il bando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *