Cantori del lamento A Passio do Signuri

Il gruppo “Cantori del lamento ““ A Passio do Signuri” anche quest’anno ha deciso di intraprendere il percorso di fede che lo vede impegnato durante il periodo quaresimale nel cantare lungo le vie di Leonforte.

Quest’anno dopo l’esperienza maturata negli anni passati, il gruppo ha deciso di riprendere, dopo 41 anni di silenzio l’antico canto del “Credo”. Tutto questo è stato possibile grazie all’aiuto di Francesco Salpetro, l’ultimo dei cantori della vecchia generazione a sapere interpretare questo difficile canto. Nel particolare riferisce di tale canto la rima voce del gruppo Alfredo Crimଠ““ “Il Credo è un canto quaresimale definito in dialetto leonfortese “U Latinu”. Avendo una tonalità  più solenne si discosta dal lamento leonfortese, infatti, il testo non si riferisce alla Passione del Cristo, ma riprende le parole che recita il Credo durante la Santa Messa”. Queste alcune parole di questo antico e preziosissimo canto – “Che la Fidi che l’apostuli chiddu ca di stu munnu ni insignaru, chiddu ca nui imparammu, lu dissimu a  l’autri”

Sull’esperienza fatta dal gruppo e sugli obiettivi per questa Santa Quaresima interviene il basso Gaetano Maria ““ Ci siamo impegnati molto prima della quaresima per la preparazione del Credo e del Lamento. Si sono aggiunti due nuovi membri al Gruppo e ci proponiamo per questa santa quaresima di far rivivere questa antica tradizione alle vecchie alle nuove generazioni”.

Il gruppo è composto da Alfredo e Giuseppe Crimà¬, Gaetano e Carmelo Maria, Carmelo Cangeri, Leonardo Pentecoste, Carmelo Lo Vecchio, Gaetano Bellicchia e Carmelo Baialardo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *