Due bravi poeti leonfortesi apprezzati a Misterbianco

barberasciutoLeonforte. Al concorso di poesia e narrativa, organizzato dall’Agorà  di Misterbianco, due poeti leonfortesi, Enzo Barbera e Nello Sciuto hanno ottenuto, rispettivamente, il 2° posto nella sezione in lingua italiana, e il 3° in quella in dialetto siciliano. Il riconoscimento a questi due poeti leonfortesi, che hanno partecipato e vinto in diversi concorsi letterari, in particolare di poesia e narrativa, arriva dalle motivazioni della Giuria composta da Josè Calabrò, Giuseppe Mazzaglia e Rosaria Salpietro. Per quanto riguarda Sciuto, che ha presentato “La chiaia” (le dolorose piaghe della vita), ecco la motivazione del premio: “Tragedia individuale e collettiva, vista dalla prospettiva di un genitore cui è stato ucciso il figlio con modalità  mafiosa: domande senza risposte, dolore, rivendicazione d’innocenza del figlio e ancora il dichiarare/giurare di non capire nulla di quanto accade (nunn’nni capisciu). Il dialetto con quel moltiplicarsi delle enne, dilata una negazione, mettendola in rilievo nel testo”.
Per Barbera, che ha partecipato con “Una foglia”, questa la motivazione: “L’avvicendarsi della vita è suggerita al poeta dal cadere danzante di una foglia. Indifferente resta la betulla (personificazione della natura”¦), non piange per una foglia caduta”. A volte inesplicabile, la poesia, in dialetto o in italiano, finisce con il coinvolgere chi si cala in quei versi che escono dal “profondo essere” dell’autore e questo è il significato che si può al riconoscimento, che a Misterbianco ha gratificato Barbera e Sciuto, sintetizzato nelle parole della presentatrice Pina Zuccarello: “Grazie ai 48 partecipanti che hanno espresso i propri sentimenti, le speranze”¦ se stessi, attraverso la loro creatività “.

La poesia del Prof. Barbera:

La foglia

Una foglia cade

dal ramo di betulla si abbandona

ai palpiti dell’aria

fluttua, volteggia

si posa,poi risale

fra i capelli del vento

indifferente resta la betulla

eppure quella foglia

la vestiva di vita e di colori.

La betulla non piange per una foglia perduta

ha altre foglie

altre speranze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *