I giovani democratici di Leonforte raccolgono 1500 firme contro il porcellum

I Giovani Democratici di Leonforte grazie all’impegno profuso in sei giorni, mattina e sera, sono  riusciti a raccogliere circa 1500 firme, per richiedere l’indizione del referendum al fine di abrogare l’attuale legge elettorale. Risultato strepitoso, sopra le aspettative:  dando la possibilità  al popolo di esprimersi  il verdetto  risulta sempre molto chiaro, e, nonostante il sentimento di sfiducia nei confronti dei casta-men e di gran parte della classe politica, l’ascolto del territorio e delle esigenze politiche della popolazione è cosa molto gradita perché il contatto vero, umano e affettivo è ciò che essenzialmente manca al mondo contemporaneo reso arido dall’accumulo spropositato di capitali.

Armenio Antonio, Licata Adriano, Licciardello Sebastiano e Sanfilippo Francesco, organizzatori del banchetto per  la raccolta firme,  ringraziano calorosamente i dirigenti e gli iscritti Gd che hanno collaborato nel corso della settimana, la popolazione leonfortese che con orgoglio e tenacia ha firmato; ringraziamo il vicesindaco di Agira Maria Vaccaro e Francesca Millauro che hanno voluto condividere  l’iniziativa -chiedendoci dei moduli- rendendo  partecipe la popolazione agirina; ringraziamo il consigliere Cremona e l’assessore Sinatra per la disponibilità  mostrata come autenticatori e la collaborazione all’iniziativa.

Ringraziamo, inoltre, i tanti amici che ci hanno dato una grande aiuto, tutti coloro che ci sostengono e ci spronano a dare un esempio di sacrificio e impegno civile, un messaggio di speranza per tante generazioni e famiglie, di politica “altra” e differente rispetto a quella  dei molti partiti e dei grandi partiti (di destra e di sinistra) che si mostrano  forti  coi deboli e deboli coi forti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *