I Giovani Democratici intervengono sulla situazione politica di Leonforte

gd leonforteI Giovani Democratici di Leonforte, in virtù degli ultimi accadimenti che hanno coinvolto l’amministrazione comunale, dicono la loro. Ad appena un anno dalle elezioni, la situazione politico-amministrativa del Comune di Leonforte lancia segnali di allarmante debolezza e conflittualità  tra gli attori politici protagonisti della elezione del Sindaco Francesco Sinatra.

Si erano registrati già  un mese fa i primi avvicendamenti con le dimissioni di Antonio Armenio dalla Presidenza dell’Associazione l’Arca, dovuta a “numerose divergenze politiche con molte componenti della coalizione Sinatra”. Ma i primi gravi segnali di rottura che, stavolta, hanno coinvolto i componenti della Giunta,  sono arrivati con la revoca della determina n.488 del 25 Giugno 2013 con la quale veniva nominato Assessore (e poi Vicesindaco) Antonino Lo Pumo, con le deleghe alla Polizia Municipale, Protezione Civile, Traffico Viario e Veicolare, Commercio e Servizi Cimiteriali. Revoca arrivata, cosଠscrive il Sindaco nella determina,  “perché venuto a mancare politicamente il rapporto di fiducia necessario ed indispensabile”.

Un primo compleanno amaro quello dell’Amministrazione Sinatra, che in poco tempo ha manifestato già  Â segnali di cedimento importanti.

E se dopo quello dell’Arca anche il Presidente del MPC (Movimento Politico dei Cittadini) esorta il Sindaco a “scuotere dal torpore l’Amministrazione” e il Consigliere Salamone (MPC) annuncia una “˜Dichiarazione d’Indipendenza’ , forse ci si dovrebbe fermare un attimo per capire cosa sta succedendo all’interno della casa comunale.

I leonfortesi aspettano ancora la realizzazione di almeno una postilla del corposo programma elettorale presentato dal Sindaco (e sottoscritto dalla variopinta Giunta) in campagna elettorale. Quanto bisogna attendere per vedere i primi segnali? Rifiuti Zero, Cultura, Sport, Wi-Fi, Servizi Sociali: cosa si è fatto?

I cittadini leonfortesi hanno il diritto di vedere sbloccata una situazione annaspata e improduttiva quale è l’attuale. Ma, per usare un paio di francesismi, si è passati da una paventata debacle ad una incidentale boutade: scherzavano.  Infatti qualche giorno fa la coalizione si dichiara compatta e intenta a rafforzare l’appoggio al Sindaco. Ma non basta: mentre il Coordinatore del MPC dice che è tutto tranquillo, il Presidente rincara la dose e, di nuovo, prende le distanze dalla maggioranza. A regnare non è il Sindaco, insomma, ma il caos.

Abbiamo atteso un anno prima di porre in essere le prime considerazioni su questa Giunta. E di banchi di prova ce ne sono stati abbastanza. Coerentemente al ruolo di opposizione che il Partito Democratico ha condotto in questo anno, noi Giovani Democratici crediamo che vada declinato qualsivoglia invito a far parte, direttamente o indirettamente, di un progetto  politico-amministrativo ingolfato e a tinte fosche.

Dichiarazione congiunta Adriano Licata (Segretario) e Giuseppe Giunta (Vicesegretario) dei Giovani Democratici di Leonforte:

“Il Partito Democratico valuti punto per punto, senza patteggiamenti imperativi e salvagenti SOS, le proposte che arriveranno dall’Amministrazione. Cosà¬, solo ad ogni vero buon proposito, potrà  seguire di volta in volta una maggioranza numerica che attuerà  i giusti provvedimenti per il bene della città  di Leonforte. C’erano allora e persistono tuttora divergenze politiche abissali, che vanno dal programma elettorale alla diversa visione amministrativa e gestionale (basti pensare alla bocciatura voluta dal PD della proposta del piano di riequilibrio finanziario). E per noi non basta il solo panta rei ad omologare le diversità .”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *