I traguardi artistici del direttore musicale Pippo Lo Gioco

 

unnamed                     Già  da piccolo ha mostrato le sue doti musicali, tanto da diventare all’età  di nove anni membro effettivo della banda musicale locale diretta dal compianto suo padre Giovanni Lo Gioco. All’età  di dieci anni esordisce in un gruppo musicale, nel quale da autodidatta, data la sua predisposizione a saper utilizzare più strumenti musicali, raggiunge una notevole preparazione nell’utilizzo dell’organo e della fisarmonica al punto di entrare a far parte del gruppo folkloristico ” Gran Fonte” assieme al padre e ad altri artisti leonfortesi. Dopo gli studi scolastici, s’iscrive al conservatorio “Vincenzo Bellini” di Catania diplomandosi in tromba sotto le cure artistiche del maestro Giuseppe Marletta, prima tromba del teatro Massimo Bellini di Catania, nel quale prestigioso teatro, nella stagione lirica 1973, collabora per un breve periodo. Appena diplomato, inizia la carriera scolastica come docente di educazione musicale nella scuola media, svolgendo un’intensa attività  didattica e formando gruppi corali che si classificano ai primi posti nelle graduatorie finali. Vince, peraltro, il primo premio canto corale nel concorso musicale regionale ” Città  di Calascibetta”. Dal 1983, alla morte del padre Giovanni, gli subentra come direttore artistico della banda musicale di Leonforte, che fino ad oggi, sotto la sua competente direzione, ha svolto un’intensa attività  concertistica. Fino a questo periodo ha continuato con straordinaria passione la sua attività  musicale, curando la preparazione di giovani musicisti e occupandosi della valorizzazione teorica e musicale degli stessi. Sotto la sua fattiva direzione, conquistandosi per questa ininterrotta disponibilità  il meritato plauso della cittadinanza, la banda musicale leonfortese ha raggiunto il numero di 65 musicisti, fra cui 15 diplomati nel campo musicale, incidendo nel 1997 un brano nel cd 2° volume Bande Siciliane e partecipando nell’anno 2000, durante il Giubileo di Roma, alla giornata degli artisti. Nell’arco di questi intensi anni di attività  musicale ha realizzato diverse composizioni bandistiche, religiose, di liscio e di musica leggera collaborando con altri compositori iscritti all’albo S.I.A.E. Nel corso della sua lunga ed eccellente carriera di trombettista, è stato ed è attualmente componente di vari gruppi di musica leggera e di alcune associazioni. Nel 2012 si è classificato al quinto posto del decimo concorso nazionale delle Marce Inedite della Passione e nel mese di aprile del 2014, nel dodicesimo concorso nazionale delle Marce Inedite della Passione Città  di Mottola, ha ottenuto il medesimo onorevole piazzamento. Per la Provincia di Enna, dal mese di gennaio 2013, ricopre meritatamente la carica di vice-presidente dell’A.N.B.I.M.A. (Associazione Nazionale Bande Italiane Musicali Autonome). Ad maiora semper.

Giuseppe Sammartino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *