Il Sindaco rassicura i cittadini, sulle palme non c’ਠpunteruolo rosso

punteruoloSi rassicura la cittadinanza leonfortese circa la presenza del fantomatico punteruolo rosso nelle palme della nostra città  che responsabilmente era stato segnalato dal consigliere comunale A. Cremona all’Amministrazione Comunale che prontamente ha girato, per le competenze del caso, all’Osservatorio Regionale per le Malattie delle Piante di Acireale che in data 23/09/10 ha effettuato un sopralluogo nella nostra città  per gli opportuni accertamenti e dall’esito di questi ultimi ha concluso che “.. non si è riscontrato alcun sintomo ascrivibile a presenza di punteruolo rosso della palma. L’esemplare è morta presumibilmente a causa di una infezione da patogeni fungini.. “.

Nell’esprimere soddisfazione per l’esito dell’accertamento si ringraziano gli Ispettori Raciti e Saitta di Acireale e il Dr. D’Angelo dell’U.T.C. di Leonforte per il lavoro svolto, per le indicazioni fornite e per l’impegno assunto circa la sorveglianza del fenomeno che in atto non interessa il nostro comune, ma che comunque è necessario vigilare e adottare gli opportuni provvedimenti per evitare una sua prossima comparsa in considerazione che almeno 2 comuni della nostra provincia sono già  stati interessati.

IL SINDACO

Bonanno Dr. Giuseppe

 

PUNTERUOLO ROSSO”: SCHEDA TECNICA DI RICONOSCIMENTO

Il “Punteruolo Rosso della palma” è il responsabile di una improvvisa infestazione che sta colpendo numerosi esemplari di palme appartenenti in particolar modo alla specie “Phoenix Canariensis” (Palma delle Canarie). Si tratta di un insetto, un coleottero curculionide, dannoso soprattutto allo stadio di larva, che divora voracemente le parti tenere della corona delle palme. I sintomi riscontrabili sono inizialmente a carico delle foglie apicali: vista in lontananza la pianta mostra asimmetria della cima. Successivamente l’intera cima si piega, afflosciandosi su se stessa e la palma sembra a distanza come capitozzata. Da vicino la cima appare fortemente danneggiata e in avanzato stato di marcescenza. In seguito all’avanzare dell’attività  di nutrizione delle larve l’intera chioma apparirà  con tutte le foglie ripiegate verso il basso. Le palme in questo stadio di infezione sono già  irrimediabilmente compromesse. A terra si possono rinvenire foglie con la base interessata da gallerie ed erosione, provocate dalle larve del punteruolo nonché bozzoli, della lunghezza di 4/5 centimetri e dall’aspetto di piccole noci di cocco, e infine adulti nelle piante in buono stato vegetativo e non infestate, sono assolutamente da evitare gli interventi cesori, poiché le ferite sono i siti per l’ovideposizione del parassita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *