Intesa Milan Club-Unicef per progetto umanitario

pergamena5801Leonforte. A prescindere dal fatto meramente sportivo, c’è l’impegno che va oltre i confini nazionali e il presidente del Milan Club Leonforte, Mario Cacciato, per portare avanti il progetto, ha incontrato, in un albergo catanese, appena prima della disputa di Catania-Milan, il responsabile della comunicazione del Milan, Giuseppe Sapienza, per porre un altro tassello nel progetto “Gente di cuore”, ideato e nato proprio nella cittadina leonfortese.
“Abbiamo parlato con Sapienza -dice adesso Mario Cacciato – di questo progetto, appoggiato anche dall’Unicef, che porterà  a raccogliere somme e a realizzare pozzi d’acqua nel Ciad, dove, per mancanza del prezioso liquido, si muore”.
Come si fa a raccogliere i soldi?
“Intanto, nel corso della giornata, sono state anche autografate alcune maglie e cappellini dal difensore del Milan Giuseppe Favalli e il tutto, naturalmente, sarà  messo all’asta per contribuire all’iniziativa “Gente Di Cuore”.
“Il progetto – precisa Cacciato -, è stato ideato grazie alla collaborazione tra Milan Club e Unicef”.
La solidarietà  e l’appoggio a persone sfortunate, è uno degli obiettivi primari di tutti i Milan Club d’Italia.
“Da Leonforte -conclude Mario Cacciato -, abbiamo fatto partire nei mesi scorsi questa iniziativa, speriamo di avere la collaborazione di tutti, debbo precisare che finora sono stati raccolti circa quattromila euro, ma l’adesione è ancora aperta a tutti e si continuare a donare fondi per una causa certamente nobile”.
Come si vede, è cambiato il ruolo delle associazioni sportive, dei club di colori definiti, prima votate soltanto a organizzare la partenza per andare a vedere le partite della squadra del cuore, mentre, adesso, si punta ad avere un ruolo nel sociale e diretto alla gente che ha bisogno, come il popolo del Ciad.
C. P. da La Sicilia del 08/05/09

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *