La Branciforti continua a vincere: tre gol al Viola Cerami e primato in campionato

Leonforte. Non c’è due senza tre. La Branciforti continua la sua striscia di vittorie consecutive in campionato anche contro il Viola Cerami, sconfitto con un netto tre a zero. Netto il risultato, ma non altrettanto netta la differenza tra le due compagini, protagoniste di una gara molto più in equilibrio di quanto non dica lo score finale. In particolare nel primo tempo, l’organizzazione difensiva del Viola ha spezzato sul nascere diverse trame offensive della Branciforti, protagonista di una sola, ma clamorosa, occasione da gol con l’esterno di centrocampo Parisi, poco preciso nel ribadire in rete, a porta praticamente vuota, la respinta del portiere Cortese su una conclusione ravvicinata di Buttafuoco. La partita, però, cambia decisamente nella seconda frazione di gioco, grazie soprattutto ai cambi effettuati dal mister brancifortino Andrea Licata, che sin dal primo minuto decide di mettere in campo Ingrassia, autore di un’altra prestazione maiuscola. Cosà¬, dopo una ventina di minuti di tentativi a vuoto, arriva il vantaggio al 21′ di Mannarà  che, scartando il portiere, deposita il pallone in rete da posizione defilata. Il gol esalta i padroni di casa e manda in crisi il Viola che, penalizzato da una panchina cortissima, inizia a perdere le misure e in appena due minuti, tra il 31′ e il 32′, compromette definitivamente la gara, subendo prima il due a zero del centrale rossonero Sottile, abile a trovare la deviazione vincente in area di rigore, e  infine il colpo del ko del solito Ingrassia (tre gol in tre partite, per lui, in questo inizio di stagione). Ci sarebbe spazio anche per il quarto gol di Fabrizio Licata al 38′, ma il guardalinee annulla per un fuorigioco dubbio. Ë‚Ë‚E’ stata una partita molto complicata- ha commentato il difensore della Branci e autore del secondo gol Sottile- contro un avversario di ottimo livello. Alla fine, però, credo che la vittoria sia meritata. Il mio gol? Un po’ fortunoso, ma va bene anche cosଠ˃˃. Commenti positivi anche dal veterano Cristiano Barbera: Ë‚Ë‚Questo è un gruppo di valore, in cui ognuno offre il suo contributo. Bello vedere come tutti i ragazzi siano coinvolti e abbiano la possibilità  di scendere in campo˃˃. Un’altra vittoria che conferma la bontà  del lavoro svolto da squadra e società , sotto gli occhi di numerosi appassionati, che hanno condiviso una bella Domenica di sport.

Il tabellino

Branciforti S.P.D. – Viola Cerami 3-0 (primo tempo 0-0)

Marcatori: 21’st Mannarà , 31′ st Sottile, 32′ Ingrassia

Branciforti: Lattuga (dal ’35st Nicolosi), Bruno, Sottile, Stanzù, Miano, Proto (dal ’16st Giunta), Varveri (dal 1’st Ingrassia), Rosano D., Parisi, Buttafuoco (dal ’16st Licata F.), Mannarà .

Allenatore: Licata Andrea

Viola Cerami:Cortese ; Intili , Lo Guzzo , Testa [c] , Zingale ; Catania ,  Iannitello , Saladdino (dal 34′ st Stivala) , Sutera ; Proto M. (dal 23′ st Ferlauto) , Plumari .

Allenatore: Testa Antonio Natale

 

Le pagelle di Fabio

Mister Andrea Licata: i primi 11 non sono certo i più quotati ma è chiara la sua intenzione di calare gli assi nel secondo tempo, le gambe e la testa della sua squadra reggono e cosଠun Viola con solo 1 sostituzione perisce proprio negli ultimi minuti, i cambi sono tutti corretti e la squadra dopo un appannamento a fine primo tempo si ricompatta e trova i goal tanto sperati, anche da lui. Stratega 7
Bruno Francesco: va bene la tranquillità  ma lui ne ha un pò troppo e nel primo tempo sbaglia due palle che potevano essere molto più pesanti, oltre ad essere in netto ritardo in un paio di occasioni, nella difesa a tre gioca con più concretezza e non rischia più, Ripreso 6
Buttafuoco Antonio: chi è quel giovane dai lunghi capelli dorati che si muove come una sirena e che non sbaglia un appoggio, si rende pericoloso e non si lamenta mai, beh è il Butre…Favoloso 6,5
Campione Enzo: gioca gli ultimi 5 minuti, S.V.
Zicchinetta: entra ad inizio secondo tempo e regala la punizione del vantaggio , Sottile tocca quando la palla è sicura nel sette, lui in compenso regala giocate e palle da vera Foca, ed anche suo figlio da bordo campo mostra qualche prodezza, Decisivo 7.5
Giunta Giancarlo: entra con il gusto atteggiamento, si aspettava di giocare dal 1′, ma sfoga ,come tutti dovrebbero fare, la sua rabbia in campo, dimostrandosi utile e meritevole di una maglia da titolare, Uomo prima che Giocatore 6,5
Ingrassia Giuseppe: entra nel secondo tempo e timbra, con il suo terzo centro in tre partite di Campionato, il resto però è confuso, Dolcini! 7
Lattuga Ivan: il leone torna nella sua gabbia, anche se non ha modo di mordere, Ben Tornato 6,5
Licata Fabrizio: entra e fa gol, ma glielo annullano tanto per cambiare, ha la grande qualità  di farsi annullare i gol non per colpa sua, Unico 6,5
Mannarà  Giuseppe: Nordhal diceva: “quando un attaccante non segna, torna a casa con la testa piena di pensieri e di parolacce”, oggi torna a casa sereno, Bomber 7
Miano Silvestro: corre e ancora corre, grande voglia, la prima da titolare è la dimostrazione di quanto nel calcio conti la passione e l’educazione, anche più dei piedi, Sufficiente 6
Nicolosi Paolo: dopo tre panchine, arriva nei minuti finali il suo debutto, SV
Parisi Tony: nel primo tempo rimane appeso a qualche albero, il secondo ha un altro ritmo e una nuova determinazione, Importante 6
Proto Nino: un primo tempo non da Chi L’ha Visto, ma da Chi l’ha messo, nel secondo copre bene la fascia, ma viene giustamente sostituito, Casper 5
Rosano Mimmo: sbaglia qualche palla nei primi 45′, ma il suo secondo tempo vale doppio, sempre attento, mai impaurito, ci mette quel qualcosa in più, Re del Centrocampo 7
Sottile Gioacchino: il gol è il coronamento di una prestazione fatta da solo due sbavature, evitabili ma diciamo coperte bene dal resto del suo lavoro, il City ha perso un gran giocatore, Incompreso 7
Stanzù Antonio: prestazione buona e molto cervellotica, ma da lui non mi aspetto l’intervento che poteva costare rigore e cartellino rosso nel primo tempo, il resto è la solita perfetta prestazione, Esperto 6,5
Varveri Angelo: oggi purtroppo gioca solo il primo tempo, e lo fa male, gioca sempre in verticale regalando troppe palle agli avversari, non riesce a trasformare l’azione da difensiva ad offensiva, Bocciato 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *