La Branciforti vola in finale

Leonforte. La Branciforti raggiunge meritatamente la finale della Coppa di Lega Uisp 2011/12 battendo la Viola 2010 Cerami con un secco due a zero. Dopo il minuto di raccoglimento chiesto dalla società  rossonera, con il lutto al braccio, per ricordare un grande personaggio della storia brancifortina come Adolfo Scelfo, scomparso in questi giorni, e per abbracciare idealmente il proprio ex giocatore Giovanni Scialfa, padre della sfortunata Vanessa, in un momento di profondo dolore, l’arbitro Garozzo fischia l’inizio della gara. Primi minuti intensissimi, sotto un sole cocente, con la Viola che sfiora il gol al “pronti via” con Biondo che, dopo una pregevole azione personale, calcia alto sopra la traversa della porta difesa da Ivan Lattuga. Passa una manciata di minuti ed è la Branciforti a colpire con un euro-gol del terzino destro Algozino, che trova una traiettoria strepitosa per battere l’estremo ceramese Cortese. Al quindicesimo minuto da azione d’angolo, mischia in area rossonera e tentativo di Biondo respinto da Sottile. La Viola protesta per un tocco di mano del centrale rossonero e l’arbitro Garozzo assegna un rigore molto dubbio e molto contestato. Sul dischetto si presenta lo stesso Sandro Biondo che angola troppo la conclusione, calciando incredibilmente fuori. Al diciannovesimo minuto, invece, ecco la palla giusta per il raddoppio brancifortino, ma Cortese si supera e riesce a respingere la conclusione del bomber Chiavetta. Si va negli spogliatoi con la Branci avanti di un gol. Nel secondo tempo, subito pericolosa la Viola su punizione dal limite: Intili mira l’angolino basso alla destra del portiere, ma Lattuga sicuro blocca la sfera. Sul capovolgimento di fronte, Gallo prova l’azione personale con tanto di conclusione smorzata sui piedi di Catalfo, che svirgola il pallone davanti al portiere. Al nono punizione di Proto, ma Cortese para senza grossi affanni. Il gran caldo si fa sentire ed entrambe le squadre accusano il colpo, abbassando notevolmente ritmo ed intensità . Ma, al ventinovesimo, è ancora la Branciforti a colpire con Giunta, appena entrato, al termine di un’azione da manuale del calcio, con assist finale dell’ottimo Chiavetta. E’ il gol che taglia le gambe agli ospiti e che, di fatto, consegna la finale ai rossoneri. Una finale conquistata con una prestazione gagliarda e con due gol di bellezza assoluta, applauditi con convinzione anche dal pubblico presente al Comunale di Leonforte. Domani la Branci scoprirà  chi dovrà  affrontare tra Gionico e Paternò club nella finale della Coppa di Lega Uisp, finale in cui i ragazzi di mister Licata dovranno confermare quanto di buono visto nell’arco dell’intera stagione.

 

Branciforti S.P.D. – Viola 2010 2-0 (primo tempo 1-0)

Marcatori: 5′ Algozino e 29’st Giunta

Branciforti: Lattuga; Algozino, Sottile, Stanzù, Gallo (32’st Barbera); Rosano D., Proto (28’st Giunta), Leanza, Catalfo; Chiavetta (37’st Campione), Licata F. (35’st Pesco) .Allenatore: Licata Andrea.

Viola 2010: Cortese; Intili, Stivala S., Zingale, Plumari; Milia, Iannitello, Sutera, Proto (26’st Stivala G.); Biondo, Lo Guzzo. Allenatore: Testa Antonio Natale

Arbitro: Garozzo

Assistenti: Vinciprova e Santoro

Visita il sito della Branciforti.it http://www.branciforti.it/index.php/news-societa/la-branciforti-vola-in-finale.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *