Leonforte. Eletto il direttivo del PD

Leonforte. Si è tenuto il congresso del Pd, a Leonforte. Necessità  primaria del congresso: fare un punto della situazione politica attuale del partito, e di questi primi due anni dell’amministrazione, e del ruolo nel supportarla o contrastarla. Ad aprire gli interventi il vice sindaco e segretario uscente, Uccio Muratore, che ha cosଠiniziato: “Più di due […]

Leonforte. Si è tenuto il congresso del Pd, a Leonforte. Necessità  primaria del congresso: fare un punto della situazione politica attuale del partito, e di questi primi due anni dell’amministrazione, e del ruolo nel supportarla o contrastarla.
Ad aprire gli interventi il vice sindaco e segretario uscente, Uccio Muratore, che ha cosଠiniziato: “Più di due anni di segretariato mi hanno visto in prima linea in battaglie, punti di arrivo e di arresto, traguardi raggiunti insieme, come il contributo al sostegno della candidatura alla presidenza della Provincia di Nino Muratore, il supporto ad Anna Finocchiaro per le regionali di due anni fa, e subito dopo le elezioni primarie per l’elezione a sindaco di Leonforte, tra Livolsi e Bonanno: ci fu una grande organizzazione a tal proposito, riuscendo a portare alle urne circa 3.000 persone. E poi le amministrative che portarono il Pd e “Patto per Leonforte” a governare la città ; in ultimo l’elezione di Bersani alla segreteria nazionale del Pd, con 890 cittadini votanti a Leonforte.
“Oggi- ha proseguito- siamo qui per affrontare il Congresso della maturità  politica, della crescita del Pd a partire dagli errori commessi e stabilire valori ed obiettivi per avere una direzione chiara nel partito.”
Il giovane vice sindaco ha inoltre fatto un punto della situazione amministrativa, dovendo denotare come nel tentativo di rilancio e di innovazione sotto ogni aspetto si resti in realtà  impigliati in problemi socio-economici, che rendono sempre più molti comuni isolati. Importante è anche la presenza costante all’interno del partito dei suoi componenti, qualunque cosa accada, e non andar via per inseguire altre lucciole.
“Obiettivo primario è ora” ha proseguito il vice sindaco, “impegnarsi nella lotta e difesa dell’ospedale.” Forte rammarico è stato poi espresso per le dimissioni dell’ex Assessore Salamone, non condivise dallo stesso Sindaco.
Ed ancora più complessa risulta l’analisi di una situazione politica nazionale che dividendosi in partiti troppo legati all’azione regionale non inglobano e le esigenze dei cittadini del Nord, centro, e sud.
Preoccupante poi il ruolo dei sindacati, sempre più arroccati alla classe degli anziani; o le migrazioni dei giovani in altre località . Sono seguiti gli interventi di N. Muratore, che ha nuovamente ribadito l’importanza di difendere l’ospedale da imminenti tagli ed anche dell’università , a rischio di svendite; del senatore .Crisafulli: che ha affermato invece, la necessità  di costruire un’alternanza vera della sinistra, attualmente marginale politicamente nelle grandi decisioni. La questione nazionale politica sembra essere insomma il perno della discussione del senatore, che ribadisce come scelte nazionali sbagliate si possano mal ripercuotere a livello regionale e locale; della sua ritirata candidatura a sindaco di Enna, fa solo un accenno utilizzando il termine: “indisponibilità “.
Il Sindaco a tal proposito, insieme al segretario uscente, ha espresso totale solidarietà  umana al senatore, nel mirino di attacchi mediatici per la sua candidatura. Altri interventi si sono avuti dall’assessore Sinatra, il consigliere Cremona, l’ex sindaco D’Anna, e dall’ex vice sindaco Di Naso; anche loro hanno espresso la necessità  di ritrovare obiettivi comuni e ritrovare un’identità  unitaria del partito. Per quanto riguarda invece la composizione del direttivo, è stata presentata una lista unica di 46 nominativi, che comprendono: D’Anna Giovanni, Cardaci Luciano, Laneri Mario, Baja Nunzio, La Terra Nella, Speciale Angelo, Di Fazio Salvatore, InguଠSonia, Armenio Antonio, Sanfilippo Francesco, Gervasi Carmelo, Litteri Giuseppe, Manuele Vito, Maria Giovanna, Contino Angelo, Di Naso Antonino, Grillo Salvatore, Vanadio Antonio, Muratore Nino, Rindone Salvatore, Gervasi Gaetano, Scavezzo Salvatore, Sanfilippo Giovanni, Gandolfo Pino, Ciurca Francesco, Catalfo Marcello, Rossino Giancarlo, Rodilosso Armando, Muratore Angelo, Fiorenza Omar, Castigione Angelo, Pappalardo Pasqualino, Carosia Giovanni, Cardaci Carmelo, Sberna Giovanna, Barbera Gabriella, Castiglione Giuseppe, D’Alotto Livia, Ferragosto Francesca, Salamone Lara, Li Destri Nunzia, Manna Rodica, Valenti Rosa, Lo Grasso Enza, Inveninato Giusy, CalଠLiborio.
L’elezione del segretario, avverrà  alla prima convocazione del direttivo, che avverrà  entro i prossimi 15 giorni. Approvati infine alcuni ordini del giorno: a difesa dell’ospedale e a sostegno della protesta avviata dal Sindaco Bonanno; dell’importanza e della necessità  di un partito nazionale che rifugga da derive localistiche, e delle critiche contro il sostegno dei deputati del Pd a l governo regionale di Lombardo, senza prima aver coinvolto la base del partito.

Peppe Romeo
Posted: 2010-04-18 13:32:31

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *