Leonforte. Neo direttivo dell’Associazione siciliana sanità  veterinaria

Nel 1994 a Leonforte, in provincia di Enna, nasceva l’Associazione Siciliana Sanità  Veterinaria (ASSaV), proprio nell’anno in cui il leonfortese Antonino Algozino si iscriveva alla Facoltà  di Medicina Veterinaria dell’Università  degli Studi di Messina, per seguire le orme del nonno.
Dopo sedici anni di gloriosi fasti, ieri presso la magnifica cornice naturalistica di un agriturismo del […]

Nel 1994 a Leonforte, in provincia di Enna, nasceva l’Associazione Siciliana Sanità  Veterinaria (ASSaV), proprio nell’anno in cui il leonfortese Antonino Algozino si iscriveva alla Facoltà  di Medicina Veterinaria dell’Università  degli Studi di Messina, per seguire le orme del nonno.
Dopo sedici anni di gloriosi fasti, ieri presso la magnifica cornice naturalistica di un agriturismo del luogo”, si è svolto un incontro per ratificare l’assegnazione pro-tempore proprio a quel medico veterinario leonfortese, chiamato a riorganizzarne gli assetti ripartendo dalla sua culla di origine.
Letti gli auguri di buon lavoro ed i saluti delle autorità  (Sindaco del Comune di Leonforte, Assessore all’Agricoltura della Provincia di Enna, Presidente del Distretto Produttivo della Pesca, Presidente III Commissione ““ Attività  Produttive ““ Assemblea Regionale Siciliana), alla presenza di circa trenta convenuti, si sono rinnovate le adesioni sociali e si è aperto il dibattito alla presenza delle più alte cariche della veterinaria regionale e nazionale.
All’intervento di apertura del Dr. Luigi Timpanaro, Presidente dell’Ordine dei Veterinari della Provincia di Enna e rappresentante degli Ordini dei Veterinari della Sicilia alla Consulta regionale della Sanità , è seguito il magistrale intervento del Prof. Antonio Pugliese, Presidente Nazionale della SISVET (Società  Italiana Scienze Veterinarie), che ha evidenziato, in qualità  di socio fondatore dell’ASSaV, le potenzialità  dell’associazionismo nella veterinaria per il raggiungimento di obiettivi prestigiosi per la categoria quali ad esempio l’organizzazione di eventi anche a livello internazionale.
Subito dopo il Dr. Giuseppe Licitra, rappresentante della FNOVI (Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani), nonché presidente della Federazione Regionale Ordini dei Medici Veterinari della Sicilia e della delegazione Sicilia ANMVI (Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani), ha ribadito la necessità  di creare cultura e contatti nella veterinaria siciliana, spesso sempre più chiusa in se stessa ed autoreferenziale, ritenendo opportuno affidare le sorti di una gloriosa associazione a dei giovani che si vogliono scommettere in questa impresa.
Alla fine il Dr. Antonino Algozino ha comunicato di accettare l’incarico ricevuto, perchè ha sentito fortemente il riconoscimento di essere tra “coloro i quali non si sono laureati in veterinaria, ma per la veterinaria” (G.Licitra), e che vuole mettere a disposizione della veterinaria siciliana ed italiana il suo contributo e la sua esperienza in ambito associativo:proprio per questo ha richiesto che la componente direttiva veda rappresentate ed integrate tutte le istituzioni regionali della veterinaria, ovvero la Facoltà , l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia “A. Mirri”, le Aziende Sanitarie Provinciali e gli Ordini, e che il domicilio dell’ASSaV venga individuata di volta in volta in uno di questi Enti che la costituiscono, in base all’appartenenza del suo rappresentante legale.
Ricevuta l’approvazione da parte del Presidente Timpanaro, si conviene pertanto che l’ASSaV avrà  domicilio presso l’Ordine dei Medici Veterinari di 94100 Enna, in via Calabria, 50.
Viene inoltre individuato il seguente consiglio direttivo, che porteà  l’ASSaV al prossimo congresso:
1) Dr.Antonino Algozino, presidente pro-tempore;
2) Prof. Pietro Paolo Niutta;
3) Dr. Luigi Timpanaro;
4) Prof. Alessandro Giuffrida;
5) Prof. Antonino Germanà ;
6) Un rappresentante dell’IZSSicilia.
Nella relazione programmatica il Presidente pro-tempore ha evidenziato anche l’importanza della comunicazione, nonché la necessità  per la categoria veterinari di riconquistare ed avocare a se le competenze e le professionalità  esclusive, tra le quali quelle inerenti la sanità  veterinaria nelle acque interne attraverso l’impiego delle risorse previste dal FEP; proprio in relazione a questo aspetto si è preparato un dibattito tecnico-scientifico dal titolo “La sanità  veterinaria e le acque interne: situazione attuale prospettive per il futuro”.
Oltre al presidente Algozino, hanno arricchito il dibattito anche i seguenti relatori:
1) DMV Giuseppe Licitra: Il Veterinario aziendale e l’acquacoltura ““ l’impegno della Federazione Regionale e della FNOVI;
2) Prof. Antonino Germanà : Il biomonitoraggio ambientale e sanitario delle acque interne attraverso la fauna ittica;
3) Prof. Alessandro Giuffrida: Sicurezza e controlli sanitari dei prodotti ittici dulciacquicoli.

Posted: 2010-05-16 22:19:54

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *