Leonforte. Ospedale FBC: ultimatum del consiglio comunale al DG dell’Asp 4 di Enna

leonforte ospedaleLeonforte. La problematica dell’ospedale FBC inerente il Decreto Assessoriale del 14.01.2015 “Riqualificazione e rifunzionalizzazione della rete ospedaliera-territoriale della Regione Sicilia”, è riapprodata in consiglio nella seduta di venerdଠpomeriggio, e dopo un lungo dibattere è stato approvato un documento che verrà  portato all’attenzione del D.G. Giovanna Fidelio nell’incontro di lunedଠpomeriggio.
Nel documento si chiede all’Assessore Regionale alla Sanità  di revocare immediatamente il decreto Assessoriale, e al D.G. di attivarsi entro dieci giorni per:
-potenziare e rafforzare la struttura ospedaliera in tutti i suoi reparti, in modo da renderla tanto efficace e sicura da poter essere valutata alla pari delle altre strutture;
-potenziare il Pronto Soccorso ed i reparti di medicina generale, chirurgia generale, radiologia, laboratorio analisi e anestesia (ad oggi carenti di personale medico, infermieristico ed ausiliario) con i relativi ambulatori e figure professionali presenti H24 e con le figure di pediatra e ginecologo reperibili H24;
-evitare incomprensibili trasferimenti di personale verso altri presidi ospedalieri, e comunque, se necessari, prevedere opportune sostituzioni che reintegrino il personale carente;
-fornire i necessari medici anestesisti;
-fornire i necessari medici cardiologi per il pronto soccorso e i reparti di medicina e chirurgia;
-istituire un’emoteca con relativo personale, dal momento che, allo stato attuale, in caso di emergenza, le sacche di sangue vengono richieste (e ritirate) all’ospedale di Piazza Armerina, per cui l’operatore addetto al ritiro deve percorrere km.90,00 per il tragitto di andata e ritorno.
-provvedere alla immediata fornitura di una nuova ambulanza, stante che l’attuale mezzo (che ha già  percorso 250.000 km e vecchio di 15 anni) è inidoneo allo scopo essendo per lunghissimi periodi in “fermo tecnico” e, per la sua inaffidabilità  strutturale, mette in costante pericolo sia gli operatori che gli utenti trasportati;
-il rientro immediato degli otto infermieri professionali, distaccati presso l’ospedale di Enna e Nicosia, infermieri tra l’altro idonei allo svolgimento di tutte le mansioni, mentre, allo stato attuale, più del 60% del personale infermieristico in servizio presso il P.O. “F.B.C.” sono in legge 104, autorizzati da parte della commissione medica a svolgere servizio ridotto, per permessi sindacali, cariche elettive, eccetera.
-dotazione del Sistema di Trasporto Assistito Materno (STAM) e Neonatale d’urgenza (STEN).

Il consiglio comunale inoltre, ha deciso di impegnare il Sindaco Francesco Sinatra a richiedere una convocazione urgente della Conferenza dei Sindaci della Provincia di Enna, facendosi promotore della proposta di sfiducia nei confronti del D.G. di Enna, se non si sarà  attivata entro giorni dieci per la realizzazione di quanto richiesto per assicurare la funzionalità , l’efficienza e la sicurezza del P.O. dell’ospedale FBC di Leonforte.

Livia D’Alotto

Fonte: Vivienna.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *