Leonforte: Presentazione del volume Massime e detti popolari di Ninetta Buscemi

copertina detti popolariLeonforte. Venerdଠ18 dicembre, alle 18.00, al Circolo di Compagnia, sarà  presentato l’opuscolo “Massime e detti popolari” di Ninetta Buscemi (vissuta dal 1907 al 2006) accuratamente raccolti dalla figlia Rosa Valenti. La presentazione sarà  introdotta da Salvatore Algozino; coordina i lavori l’.avv. Pasqualino Pappalardo. L’opuscolo riporta una serie di detti popolari e filastrocche che Ninetta aveva raccolto nel tempo, e che era solita raccontare a chi le stesse accanto con grande senso dell’umorismo. Detti popolari, fonte di saggezza ma soprattutto di esperienza, tramandati oralmente con l’intento di offrire consigli, ravvisare o rimproverare chi potesse dimostrarsi, nelle generazioni future, sprovveduto, sciagurato o innocentemente ingenuo. Molti riguardano l’amore dei tempi antichi, restituendo il senso della “roba” verghiana come “Amuri senza intentu nun ci n’è mai ogniunu marcia ppi li fini sua”, altri il modo di affrontare il prossimo, di vedere l’altro con rispetto ma anche con intelligente sospetto come “Quattru uocchi fanu chiossà  di dui” o ancora “Socchi serbi a li to denti nun li dari a li to parenti”.
“Ho voluto raccogliere in un libretto, per conservare un patrimonio di cultura popolare che va salvata e spero trasmessa” scrive nell’introduzione all’opuscolo la figlia Rosa Valenti. E sarà  proprio questo l’obiettivo della presentazione dell’opuscolo: offrire il passato come possibilità  di lettura di un diverso presente per un futuro migliore.

Livia D’Alotto

Fonte: Vivienna.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *