Leonforte. Sindaco su allocazione Hospice

hospiceLeonforte. Interviene il Sindaco, Pino Bonanno, sulla futura allocazione da parte dell’ASP dell’hospice nel centro leonfortese, quanto dichiara il Sindaco:
“Sento il dovere, nella qualità  di Sindaco di Leonforte e come tale anche in quella di Presidente del Comitato Pro-Ospedale di Leonforte composto dai rappresentanti istituzionali ed operatori sanitari anche dei comuni di Assoro, Nissoria, Agira e Regalbuto, di intervenire con determinazione sulla vicenda dell’Hospice in provincia di Enna e sulle notizie di stampa relative alla rivendicazione da parte di comitati cittadini e rappresentanti sindacali della allocazione di questa importante struttura sanitaria nell’ospedale di Enna.
Fermo restando e riconoscendo la legittimità  da parte di chiunque di avanzare proposte e richiedere l’assegnazione di sempre più numerosi servizi sanitari, peraltro in una provincia ed in un territorio in cui l’offerta e i servizi sanitari sono storicamente carenti tanto da costringere molti pazienti a ricorrere ai cosidetti viaggi della speranza addirittura in altre regioni, ritengo che nella fattispecie non assegnare ed allocare l’Hospice a Leonforte sarebbe un grave torto che potrebbe determinare ed innescare anche disordini di ordine pubblico poiché, ancora una volta, i cittadini e i legittimi rappresentanti istituzionali si vedrebbero presi in giro rispetto alle promesse ed agli impegni assunti nelle sedi appunto istituzionali.
Non sfugge sicuramente a nessuno che, nell’ottica della riforma sanitaria regionale varata l’anno scorso tendente a mettere in pratica il famoso piano di rientro della regione Sicilia con la rimodulazione della sanità  regionale e soprattutto della rete ospedaliera che ha richiesto sacrifici a tutti, l’Ospedale di Leonforte è tra quelli che sono stati maggiormente penalizzati e ciò ha innescato tutta una serie di proteste, manifestazioni e prese di posizione che sono state contenute e momentaneamente ricondotte nell’ambito della dialettica politica ed amministrativa per l’impegno a vari livelli ( Conferenza dei sindaci, Direttore dell’Asp, Deputati regionali, Assessore regionale) di ovviare ai tagli con l’assegnazione di servizi e funzioni a Leonforte , quali l’Hospice per l’appunto, che dessero dignità  e prospettiva a questa struttura ospedaliera che è tra le più nuove dell’intera provincia di Enna, ma che soprattutto garantisse serenità  agli operatori sanitari e a tutti gli ammalati di questo territorio.
Ci è stato spiegato in diverse occasioni che nessuno può pretendere di avere tutti i servizi sanitari sotto casa, cosa auspicabile ma comprensibilmente impossibile, per queste stesse ragioni chi di competenza deve senza tentennamenti assumersi la responsabilità  di essere conseguenziale agli impegni assunti evitando di alimentare una querelle su decisioni oramai assunte e largamente condivise, poichè ritengo, come già  sostenuto in altre occasioni, che le guerre di campanile non servono a nessuno.
Questo è il momento di essere seri e responsabili!”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *