Leonfortese-Alcamo: intervista agli attaccanti

fonte:golsicilia

In palio c’è la promozione diretta in Serie D.Â àˆ la partita che vale un’intera stagione. Domenica allo stadio “Catella” va in scena la sfida più attesa del campionato, quella che oppone l‘Alcamo alla Leonfortese. Chiamatelo destino o pura coincidenza ma proprio all’ultima giornata, come in una finale, le due compagini si affrontano per realizzare il sogno di approdare in Serie D. Ai biancoverdi di mister Mirto saranno utili due risultati su tre, mentre la formazione di Chico è costretta a vincere per toccare a piene mani la promozione. A tal proposito sono intervenuti ai nostri microfoni Andrea Gambino e Nicola Cosimano. I due attaccanti, trascinatori indiscussi delle rispettive squadre, si affrontano verbalmente prima di dare parola al campo, in un’intervista doppia davvero interessante…

Domenica vi aspetta un big match, una partita da “dentro o fuori”: quali sono le sensazioni che state vivendo in questa settimana di preparazione?

Gambino: «Pochi fronzoli, poche parole.Â àˆ la partita della vita, non c’è altro da dire. Ci stiamo preparando al meglio per disputare un match difficile contro la migliore formazione del campionato. Sappiamo di partire con un lieve svantaggio dato che loro hanno due risultati utili su tre, ma questo ci servirà  per darci la carica e spero che il pubblico ci sostenga come ha sempre fatto durante queste 29 giornate. Dobbiamo essere sereni. Chico sta preparando la partita come tutte le altre, senza mettere troppa pressione al gruppo ma noi giocatori sappiamo quanto ci giocheremo domenica».

Cosimano: «Le mie sensazioni sono molto positive. Siamo consapevoli delle nostre forze e se siamo primi in classifica non è certo un caso. Siamo riusciti a creare un gruppo coeso, che gioca bene insieme esprimendo un ottimo calcio. Sappiamo di affrontare una squadra forte ma siamo sereni. Puntiamo alla vittoria, fare calcoli ora sarebbe inutile».

Il destino vi ha messo contro proprio all’ultima giornata, come in una finale: pensavate all’inizio del campionato di giocarvi proprio all’ultimo respiro la promozione in Serie D?

Gambino:Â Â«àˆ il più bel campionato che abbia mai giocato. C’è grande equilibrio sia nelle parti alte della classifica sia in quelle più basse. Noi meritiamo questa partita, meritiamo questa promozione perchè sin dalla prima giornata siamo stati primi in classifica. Non abbiamo mai avuto cali. Abbiamo mantenuto uno standard di risultati continuo e molto positivo. Daremo il massimo per vincere questa partita».

Cosimano: «All’inizio della stagione non era preventivato che disputassimo un campionato cosଠfantastico, in cui ci troviamo praticamente ad un passo dalla promozione. Considerando anche la nostra rosa dobbiamo essere fieri di quello che abbiamo fatto e di quello che faremo. A volte abbiamo avuto qualche calo fisico e mentale ma ci può anche stare, siamo stati però bravi a riprenderci e a ritrovare quella condizione sufficiente per arrivare a questo punto».

Qual è il punto debole della Leonfortese e quale quello dell’Alcamo: quali armi adotterete per mettere in difficoltà  gli avversari?

Gambino: «Punti deboli? Credo che la Leonfortese non ne abbia.Â àˆ prima in classifica e sarà  difficile scardinare la loro difesa. Loro sono bravissimi nella fase difensiva e giocano sulle ripartenze, dovremo stare attenti anche ai dettagli. Conosco mister Mirto, mi ha allenato ai tempi del Giarre e so come prepara le partite e come cura la fase difensiva. La nostra arma? La voglia di vincere questo campionato. Spero di essere protagonista in questa partita molto significativa».

Cosimano: «La nostra arma deve essere quella che abbiamo utilizzato finora, ovvero giocare le partite come sappiamo fare, mettere il massmo impegno ed essere determinati senza avere paura el nostro avversario. Questa è la cosa migliore da fare: avere rispetto per l’Alcamo senza avere paura di affrontarlo. Il loro punto di forza risiede assolutamente nell’attacco.Â àˆ una squadra votata alla fase offensiva ma mi troverò davanti a difensori esperti che mi metteranno in difficoltà Â».

Cosa pensi invece del tuo collega intervistato?

Gambino: «Io e Cosimano siamo molto simili. Lui è un attaccante d’area di rigore proprio come me, fa del fisico la sua arma principale. Ha fatto tanti gol in molti campionati.Â àˆ un avversario temibile ma spero domenica di batterlo e di fare di meglio di lui».

Cosimano: «Gambino non lo sto scoprendo di certo io.Â àˆ un attaccante che negli ultimi anni ha fatto tantissimi gol in molti campionati. Se è corteggiato da altri club un motivo ci deve pure essere. Domenica dovremo stare molto attenti ai suoi movimenti e lo stesso vale per Galluzzo e per tutti gli altri.Â àˆ una formazione da rispettare».

In un’eventuale promozione o viceversa, continueresti a far parte della stessa squadra?

Gambino: «Mi trovo benissimo con l’Alcamo e una promozione con questa maglia per me sarebbe un sogno. Continuerei ad occhi chiusi ma non dipende da me, dipende dal presidente, dalla società . Io rimarrei anche se non riuscissimo a conquistare la Serie D. Ho molti pretendenti ma qui ho trovato la mia isola felice, sto bene. Ma ripeto sono decisioni che non posso prendere solo io».

Cosimano: «Sto benissimo qui. Spero di continuare a giocare con questa maglia anche in caso di una fallita promozione».

Se doveste conquistare la Serie D, quali rinforzi bisognerebbe apportare per competere in un campionato più complesso rispetto a quello dell’Eccellenza?

Gambino: «Il gruppo dovrebbe rimanere. Siamo una bella squadra e sicuramente non faremmo brutta figura. Magari servirà  qualche innesto d’esperienza ma sicuramente quello che la società  deve curarsi di fare è allargare la rosa. Siamo davvero pochi, a volte contati e questo può essere pericoloso durante un campionato».

Cosimano: «Per la Serie D servono rinforzi importanti, non bisogna smantellare la squadra ma ci vorranno innesti in grado di potere fare la differenza. Sono scelte della società . Se non dovessimo vincere questo campionato, facendo tutti gli scongiuri, poi sta  tutto nelle intenzioni della società , se avranno o meno intenzione di lottare per il vertice. Bisognerà  puntellare dove abbiamo più bisogno».

Un appello ai tuoi tifosi in vista di questa importante partita…

Gambino: «Devono riempire il Catella facendolo diventare una bolgia. Noi ce la metteremo tutta per regalare all’Alcamo questa promozione che il pubblico merita, che la squadra merita. Voglio ringraziare i tifosi, a prescindere da quella che sarà  la partita di domenica, per il sostegno che in questi mesi ci hanno sempre offerto. Li ripagheremo di tutto il loro affetto».

Cosimano: «Giocheremo al massimo delle nostre possibilità . Spero che i tifosi accorrano numerosi al Catella per sostenerci in questa partita delicatissima e davvero fondamentale. Lଠtroveremo un clima caldo e difficile, mi auguro che i nostri sostenitori possano sovrastare gli incitamenti dei tifosi bianconeri».

di Giorgio Mannino e Marco Biundo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *