LEONFORTESE-D’ANNUNZIO la cronaca

Senza_titolo-1_copia_copiaLEONFORTESE: Lattuga, Mulè (83′ Stanzu), Leanza, Romano, Vaccalluzzo, Paviano (65′ Ingni), Lo Grasso, Screpis, Adamo, Calderone, Arpidone. All.: Salerno

 

D’ANNUNZIO: Pulvirenti, Ganci, Pandolfo, Indelicato, Foti, Calanna, Grasso (66′ Calanducci), Giancone, Di Prima, Buonsiggnore, Ventrò. All.: Serafino.

 

ARBITRO: Gambiuzza di Siracusa, coll. Runza di Siracusa e Tasca di Ragusa.

RETE: 31′ Grasso.

NOTE: Ammoniti: Mulè, Lattuga, Foti e Ventrò.

Angoli 7 a 4 per i leonfortesi.

CALTAGIRONE. La D’Annunzio passa all’Agesilao Greco e suggella la vittoria finale e il conseguente passaggio in Promozione. La formazione catanese di Serafino ha dimostrato di essere la più forte e di meritare la promozione suggellata grazie alla rete del numero sette Grasso, autore quindi dell’unico gol di questa partita che nel secondo tempo non ha registrato particolari azioni. Al 9′ Arpidone tira la palla alta sopra la traversa. Lo stesso Arpidone batte uno sfortunato calcio di punizione al 12′. Poi, al 16′, Gangi crossa dalla fascia destra la palla per Giancone che tira di piatto, facendosi parare il tiro da Lattuga. E finalmente al 31′ è Grasso riesce a sigla l’uno a zero definitivo dopo una applauditissima triangolazione con Calanna. Il tiro di Grasso è stato spettacolare per il fatto che sorvola tutta l’area di rigore e s’infila nell’angolino dell’incrocio dei pali della porta di Lattuga che nulla ha potuto fare per evitare di essere trafitto. Come se non bastasse al 45′ Buonsignore sfiora la traversa della porta leonfortese.

Nella ripresa non ci sono state azioni e a nulla sono serviti i cinque minuti di recupero che sono stati assegnati dall’arbitro. Poi, terzo tempo con tutti gli atleti a stringersi la mano a centrocampo, e la festa dei giocatori catanesi che vanno a ringraziare i loro sostenitori, circa una ventina, assiepati sugli spalti. Erano quasi quattrocento i tifosi provenienti da Leonforte per sostenere la propria squadra del cuore che non è riuscita a realizzare il sogno dei propri sostenitori. Festosi dal canto loro i catanesi per un successo conquistato con impegno, lo stesso impegno che i dirigenti e i calciatori della D’Annunzio sostengono di ripetere nel prossimo campionato di Promozione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *