«Filumena» al Classico

immagine-298Leonforte. Quel filo sottile che unisce la persona, l’attore e il personaggio. Come dire: parliamo di Fina Sciuto, regista e protagonista della commedia “Filumena Marturano” di Eduardo De Filippo. L’attrice, infatti, ne ha dato una interpretazione cosଠparticolare che ha lasciato il giudizio al libero modo di vedere della gente, sul fatto che fosse Fina Sciuto ad interpretare Filumena Marturano o viceversa, tale è stata la “fusione delle tre anime” portate sul palcoscenico. L’attrice Sciuto, che ha fatto tesoro degli insegnamenti di Lucia Sardo, difatti ha dato un interpretazione davvero singolare del drammatico, ma a volte anche duro e comico personaggio Filumena Marturano, riuscendo a coinvolgere il pubblico presente. Fina Sciuto, per altro, è stata affiancata da uno splendido Gaetano Provitina (nei panni di don Domenico Soriano, un soggetto tutto da scoprire e dalle diverse sfaccettature umane e caratteriali), ma all’altezza del ruolo sono risultati i personaggi Alfredo Amoroso (interpretato da Nino Castro), Rosalia Solimene (Sabina Ippolito), Diana (Rossella Rinaldi), Lucia (Simona La Porta), Umberto (Alessio Provitina), Riccardo (Alberto Muscolino), Michele (Paolo Licciardo), l’avvocato Nocella (Ignazio Pirronitto), Teresina (Giada Campagna), primo garzone (Nuccio Lattuga), secondo garzone (Gerry Barba), il prete (Melo Calderone). Suggeritrice e coordinatrice Angela Parisi. Presentatrice Gabriella Grasso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *