Liceo Vaccalluzzo Leonforte: Costruzione ha assunto caratteristiche di favola, lieto fine appare sempre pi๠lontano

Leonforte. Partecipando ad un gruppo di studio di allievi del Liceo ““ Ginnasio “N.Vaccalluzzo” di Leonforte, il Consigliere Provinciale prof. Salvo La Porta ai ragazzi, che gli chiedevano notizie sul nuovo edifico dell’Istituto, ha detto: ” Ormai quella costruzione ha assunto le caratteristiche di una favola, il cui lieto fine appare sempre più lontano. Chiederò un incontro al Presidente della Provincia e lo guarderò negli occhi, perché mi risponda in maniera chiara sui veri intendimenti suoi e della sua Amministrazione. Agiremo di conseguenza. Mi risulta che alcuni privati hanno avanzato proposte interessanti; anche su queste gli chiederò notizie.”

Il discorso si è poi spostato sulle celebrazioni del 4 Novembre e gli allievi hanno gli hanno chiesto di esprimere un parere circa le esternazioni di autorevoli esponenti del Governo Regionale. ” Non riesco più ““ ha detto Salvo La Porta ““ neppure ad indignarmi. Ma mi sento pervaso da una profonda tristezza per l’incapacità  che una classe politica, discussa e discutibile, dimostra nell’affrontare emergenze, che si stanno incancrenendo. Sembra che tutti i problemi nascano e si sviluppino da un unico grande male: l’Unità  d’Italia.”
“Se vogliamo, e quando lo riterremo opportuno, potremo anche parlarne. Intanto, chiedo se non la riconoscenza, che non è cosa di questo mondo, un po’ di rispetto per quanti hanno offerto generosamente la loro giovane vita, in nome di un ideale, al quale credevano. Già , perché esistono anche gli ideali, al di là  di qualsiasi logica di politica sporca, infame e ricattatoria! Esistono gli ideali e uomini e donne disposti a morire per raggiungerli!”
” Possiamo parlarne ““ ha continuato- ma chiediamo rispetto per Attilio ed Emilio Bandiera, morti a 34 e 24 anni;Tito Speri, giovane patriota che partecipò alle 10 giornate di Brescia, morto a 28 anni; e di tutti quei giovani, che versarono il sangue al grido d’Italia. Certo, forse non era questa l’Italia, che sognarono. Ma, per favore, un po’ di rispetto!”
” Parteciperemo con entusiasmo alle cerimonie, organizzate nella nostra Provincia dal Prefetto, che ringraziamo di cuore per la straordinaria attenzione alla nostra comunità  e per la sensibilità  dimostrata nell’organizzare, seppur tra mille difficoltà , giornate che parlino ai giovani ed a noi della grandezza della nostra Patria!”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *