Muore Nati Li Volsi tradito dalla sua passione.

nati

AGGIUNTO VIDEO RICORDO

Da La Sicilia del 07/06/09

Lentini. Folgorato da un cavo elettrico mentre regge in mano la sua canna da pesca: la vittima è il campione regionale di «pesca al colpo» Natale Li Volsi, di 35 anni, di Leonforte.
Incredibili le sequenze della tragedia. Di buon mattino Li Volsi ha raggiunto il lago per verificare l’area dove, il 20 e 21 giugno prossimi, è in programma una competizione di pesca nell’ambito del campionato nazionale per squadre di eccellenza. Mentre camminava, il campione teneva in mano la sua canna da pesca lunga undici metri. Improvvisamente, senza che lui potesse rendersene conto, la punta della canna ha toccato i fili dell’alta tensione che sul luogo della tragedia passano alti tra un traliccio e l’altro. Per l’uomo non c’è stato nulla da fare: fulminato sul colpo.
Il contatto con i cavi elettrici ha coinvolto anche il paternese di 40 anni Alfredo Asmondo, che era in compagnia di Li Volsi. La scarica ha toccato anche Asmondo che ha riportato ustioni su tutto il corpo, ma che per fortuna è riuscito a scampare alla morte. L’uomo è stato subito trasportato all’ospedale civile di Lentini, dove le sue condizioni sono state giudicate serie dai medici che ne hanno quindi disposto il trasferimento all’ospedale Cannizzaro di Catania.
Sconvolti gli altri partecipanti al sopralluogo che invano hanno tentato di prestare i primi soccorsi alla vittima. Una giornata di sole, l’aria tersa: nessuno avrebbe mai immaginato che in quell’angolo di paradiso, nel cuore della Sicilia, potesse consumarsi una tragedia simile. E invece…
Natale Li Volsi lascia la moglie e una figlia in tenera età  ed è facile immaginare lo sconcerto che ha attanagliato Leonforte quando si è diffusa la notizia del tragico incidente. A Leonforte, Natale, da tutti conosciuto con il soprannome di «Nat», era noto per le sue performance nelle competizioni sportive. Notorietà  che era cresciuta quando Li Volsi si era laureato campione regionale di pesca al colpo. Una passione la sua ereditata dal padre, che aveva seguito con un certo orgoglio la brillante carriera del figlio.
Ma intanto non sono in pochi a chiedersi come sia potuto accadere che un atleta cosଠesperto sia incappato in una simile tragica fatalità . E’ vero che forse non conosceva probabilmente alla perfezione il terreno in cui stava operando, ma è anche vero che analoghe esperienze preparatorie erano state fatte in più luoghi della Sicilia.
Si aggiunga anche che il terreno attorno al Biviere non ha una vegetazione tanto fitta da impedire la vista dei cavi elettrici. Il lago si trova in una zona pianeggiante e attorno alle sponde vi è un’ampia distesa di terreni in cui non ci sono alberi. Oltretutto, l’incidente come si è accennato è avvenuto in una giornata luminosa: vi erano dunque le migliori condizioni di visibilità .
Aperta un’inchiesta condotta dagli agenti del locale commissariato di polizia che hanno già  compiuto un sopralluogo sulle sponde del Biviere per stabilire con maggiore esattezza la dinamica dell’incidente.

natilasicilia

Da Rainews24 .Con la punta della canna da pesca al carbonio tocca un cavo dell’alta tensione e muore folgorato mentre il compagno rimane ferito. E’ l’incredibile incidente avvenuto questa mattina e che ha provocato la morte di una pescatore sportivo professionista, Natale Livolsi, 34 anni, campione nazionale di pesca al colpo.

L’incidente e’ avvenuto nel lago del Biviere di Lentini, nel siracusano. Li Volsi originario di Leonforte, avrebbe toccato con la sua canna da pesca lunga 11 metri un cavo dell’alta tensione. L’amico che era accanto a lui e’ rimasto ferito ed e’ ricoverato all’ospedale Cannizzaro di Catania. L’uomo se la cavera’ con 10 giorni di prognosi.

La procura della Repubblica di Siracusa ha aperto un’inchiesta. I due amici stavano preparando il campo di gara per il campionato nazionale di pesca sportiva che si terra’ al Biviere il 20 ed il 21 giugno prossimo. La vittima, commerciante di articoli sportivi e campione regionale di pesca, era sposato e padre di una bambina. Sarebbe diventato papa’ per la seconda volta.

A soccorrere i due sportivi sono stati gli amici, che erano con loro per organizzare la manifestazione. Dai loro cellulari sono partite le chiamate per far intervenire il 118 ed i vigili del fuoco. Le indagini sono condotte dalla polizia di Lentini che ha gia’ interrogato i testimoni.

Da La Siciliaweb.it

SIRACUSA – àˆ morto folgorato verosimilmente dopo che la punta della lunga canna da pesca (11metri) che teneva tra le mani ha urtato un cavo dell’alta tensione. Un altro pescatore, che era accanto a lui, è stato investito dalla scarica ed ora è ricoverato all’ospedale civile di Lentini.

I medici si sono riservati la prognosi e ne hanno quindi disposto il trasferimento all’ospedale “Cannizzaro” di Catania.

La vittima è Natale Livorsi, 34 anni, di Leonforte (Enna), campione nazionale di pesca al colpo; il suo compagno rimasto gravemente ferito è un quarantenne di Paternò (Catania).

La tragedia si è verificata questa mattina lungo le sponde del lago del Biviere di Lentini. I due esperti pescatori, secondo quanto emerso dalla prima ricostruzione degli investigatori, stavano effettuando un sopralluogo nell’invaso che a fine mese avrebbe dovuto ospitare una gara di pesca sportiva all’organizzazione della quale stavano lavorando. La polizia sta svolgendo accertamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *