Premio letterario internazionale a Giuseppe Sammartino

prof_sammartinoIl poeta, filosofo e professore Giuseppe Sammartino è stato premiato per la poesia dal titolo «Profumo d’amore» al XVI premio letterario internazionale trofeo «Penna d’autore» e nella sezione libri di saggistica per il libro «I vuoti dell’anima». Il regolamento del concorso prevedeva la selezione di 90 poesie raccolte in 3 distinte categorie: amore appassionato; amore paterno, materno, filiale; amore puro, sacro, platonico. Tutte le poesie, 30 per ogni categoria sono state riunite in un unico volume di 100 pagine e riservate in un capitolo per ogni raggruppamento. Oltre all’antologia è stato creato un cd che contiene solamente 30 poesie selezionate e fra queste quelle del professore Sammartino. Nicola Maglione, presidente «Penna d’autore», rivolgendosi al preside Sammartino ha detto «nel complimentarmi per la sua bella composizione ho il piacere di informarla che la sua poesia partecipante alla seconda edizione del concorso nazionale poesie d’amore è stata inserita nella sezione amore puro, sacro, platonico».
Nel libro «I vuoti dell’anima» l’autore affronta le domande più importanti della vita umana: l’origine dell’uomo, l’esistenza di Dio, la morte, la vita ultraterrena, il valore dei dieci comandamenti e della legge dell’amore cristiano, il significato della venuta di Cristo sulla terra.
Il vescovo della diocesi di Piazza Armerina, Michele Pennisi, ha commentato «i vuoti dell’anima» del prof. Sammartino sia nella rivista dell’Ucim associazione professionale cattolica di insegnanti, dirigenti e formatori, sia nel bimestrale di religione arte e scienza il volume «Città  di vita»: «In quest’opera egli ci propone una sorta di autobiografia spirituale la storia dell’anima che lo porta di fronte alla superficialità  di tanti nostri contemporanei, a confrontarsi con i grandi problemi dell’esistenza , testimoniando sensibilità  filosofica illuminata dalla fede». Un altro commento importante sul testo di saggistica di Sammartino è arrivato dal rettore dell’Università  pontificia salesiana e consulente ecclesiastico centrale dell’ucim il prof. don Carlo Nanni: «Il prof. Sammartino invita non solo a porsi domande ma prova anche a offrire delle risposte certe e definitive ai vuoti dell’anima».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *