Ragazzi dell’Alighieri in canoa. Girano un corto per gridare agli adulti: “Giochiamo pulito!”

logo-def-mammadoping1Il video, realizzato nell’ambito della campagna nazionale Uisp “Mamma parliamo di doping”, verrà  presentato a Roma davanti 500 rappresentanti di 32 scuole italiane

Mattina di grandi emozioni, quella di stamane, per gli alunni delle classi 2L e 3H della scuola media statale “Dante Alighieri” di Leonforte che sullo splendido set naturale della diga Nicoletti hanno girato le riprese di un cortometraggio sul tema della lotta al doping e dell’inquinamento farmacologico, frutto dei laboratori formativi, informativi e di comunicazione creativa condotti dagli operatori del comitato provinciale Uisp di Enna che a dicembre ha avviato nella scuola leonfortese la campagna nazionale “Mamma Parliamo di doping”. Una iniziativa, localmente coordinata e organizzata dall’operatore Uisp Laura Bonasera, che vede protagonisti i ragazzi di 32 scuola d’Italia e destinatari i loro genitori. L’originale soggetto del prodotto audiovisivo porterà  negli scenari scolastici e sportivi d’Italia non solo un messaggio dal forte valore educativo, ma anche una marcata identità  del territorio ennese, mostrando come in uno dei laghi dell’entroterra siciliano sia possibile praticare anche sport acquatici. Grazie, infatti, alla collaborazione con il circolo nautico “Tre Laghi”, presieduto da Giovanni Sacco, l’idea di girare il cortometraggio incentrando al narrazione su una gara di canoa tra equipaggi di ragazzi è stata resa concreta. L’attività  è stata svolta con il tutoraggio tecnico dell’istruttore sportivo Emanuel Padalino, che già  lo scorso anno aveva tenuto un corso di canoa proprio ai ragazzi dell’Alighieri. Padalino ha anche interpretato un ruolo, cosଠcome i ragazzi e le docenti di educazione fisica Maria Assunta Milotta e Chiara Termini.

Ad assistere alle riprese, realizzate dall’operatore di progetto Uisp Benedetto Pace, anche il preside Filippo Gervasi e il presidente del comitato provinciale Uisp di Enna Vincenzo Bonasera. Al progetto creativo, che sarà  presentato martedଠ26 maggio all’auditorium del Massimo di Roma in occasione del convegno finale, ha creduto anche l’assessorato allo sport del Comune di Leonforte provvedendo alle spese di trasferta alla diga Nicoletti. A Roma, parteciperà  una rappresentativa dell’Alighieri che gestirà , cosଠcome gli altri 500 ragazzi d’Italia, uno spazio espositivo nella “Fiera delle idee e della creatività ” aperta a visitatori, giornalisti e rappresentanti istituzionali. Un momento per presentare i loro prodotti comunicativi (video, giornali, spot, manifesti, striscioni,canzoni, rappresentazioni teatrali) e contemporaneamente avere la possibilità  di confrontarsi con i coetanei delle altre città . Grazie al supporto tecnico”“informatico dell’operatore Uisp Marco Nicotra tutti i lavori realizzati in questi mesi saranno caricati dai ragazzi sul sito internet www.mammaparliamodidoping.it
Ma gli appuntamenti di “Mamma Parliamo di doping” continuano. Giovedଠ23 aprile è previsto l’incontro dei ragazzi con il direttore dell’unità  operativa di Pediatria all’ospedale di Acireale e socio Sip, Società  italiana pediatri, Dr. Alberto Fischer. Domenica 24 maggio, invece, un pulmann di genitori e studenti dell’Alighieri di Leonforte partirà  alla volta di Avola dove si svolgerà  la “Festa dello sport”, iniziativa dell’Uisp Sicilia che unisce in tornei di calcio e pallavolo a squadre miste (genitori ““ figli) e in un dualtlon in spiaggia (nel pomeriggio) le tre scuole siciliane aderenti alla campagna: il Terzo istituto comprensivo “Avola”, la scuola media “Dante Alighieri” di Leonforte e l’Istituto comprensivo “San Biagio” di Vittoria.
“Mamma parliamo di doping” è una campagna realizzata con la “Commissione per la vigilanza ed il controllo sul doping e la tutela delle attività  sportive” in collaborazione con lISS ““ Istituto Superiore di Sanità  e con la Sip, Società  italiana pediatri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *