Rifiuti. Continuano gli atti di solidarietà  al Sindaco Sinatra

Francesco SinatraLeonforte. A pochi giorni dal grave atto di manomissione ai danni dei due auto compattatori della società  dei rifiuti che opera a Leonforte, i movimento politici Arca e Megafono che compongono la coalizione del sindaco Francesco Sinatra, dicono la loro sul fatto.
In particolare l’Arca, per tramite del consigliere comunale e coordinatore pro tempore del movimento Angelo Leonforte, ha espresso piena solidarietà  al sindaco e all’assessore al ramo sottolineando la valenza dell’ordinanza contingibile e urgente dello scorso 25 settembre con la quale si affidava il servizio di raccolta dei rifiuti ad una ditta esterna (la Roma Costruzioni Srl) per assicurare il regolare proseguo dell’attività  del servizio. “Trattasi di un atto coraggioso e di certo difficile vista la delicatissima situazione del personale coinvolto ma riteniamo che atti come quello compiuto sugli auto compattatori, non servano a nessuno, danneggiano solo la cittadinanza, minano all’ordine pubblico e fomentano rabbia e sofferenza in un momento di crisi che vale tanto per i cittadini quanto per l’Ente comunale”. E nel ritenersi fiera del proprio primo cittadino ha ribadito come lo stesso si sia mantenuto inamovibile nel percorso intrapreso, mentre altri si sono astenuti dal votare la seconda azione di responsabilità  nel corso di una riunione con il collegio di liquidazione dell’Ato EnnaEuno.
Il Megafono ha espresso disappunto e preoccupazione politica “Ci appelliamo alle forze dell’ordine ed a tutte le autorità  preposte affinché facciano, in tempi brevi, piena luce sull’accaduto, e confermiamo il sostegno politico all’azione amministrativa della Giunta Comunale, che probabilmente ha rotto un tabù relativo alla tesi che dall’ATO Rifiuti non si può prescindere, dimostrando nei fatti che il servizio può essere effettuato con eguale efficacia a costi minori”. E sull’azione intrapresa dall’amministrazione comunale con un’ordinanza contingibile ed urgente il coordinatore del movimento, Piero Livolsi, ha affermato che “rappresenta una iniziativa unica nella Regione Sicilia, avendo la forza dirompente di scardinare il sistema di potere rappresentato dagli ATO in particolare del settore dei rifiuti, con il paradosso che in provincia di Enna è in vigore la tariffa dei rifiuti in assoluto più alta della Sicilia, con un servizio sicuramente non in linea con i costi. Va evidenziato che il comune di Leonforte andrà , con la nuova gestione per sei mesi, a risparmiare circa 350 mila euro con potenziale risparmio della futura bollettazione della tariffa”.

Livia D’Alotto

Fonte: Vivienna.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *