Sconfitta di misura per la Branciforti a Paternà²

Leonforte. Poteva essere la partita decisiva quella disputata dalla Branciforti contro il Cibiesse di Paternò, una vittoria, infatti, avrebbe decretato matematicamente la vittoria del Campionato per i rossoneri, ma i padroni di casa allenati da Antonino Corallo, con una prestazione di buonissimo livello, si sono imposti per una rete a zero sui brancifortini. Primo tempo sostanzialmente equilibrato, con il Cibiesse che prova a passare in vantaggio prima su punizione dal limite di Ciccia (bravo il portiere Lattuga nella respinta) e poi con Randazzo che, a tu per tu con l’estremo rossonero, non trova la porta; la Branci, invece, va vicinissima alla rete con una cavalcata di Chiavetta, impreciso nel piazzare il diagonale mancino. Più intensa e ricca di emozioni la seconda frazione di gioco con i padroni di casa che siglano il gol della vittoria con il bomber Franco Pannitteri, che dimostra, ancora una volta, tutto il suo indiscusso valore svettando, lui che un gigante non è, in maniera imperiosa su azione d’angolo e bucando la rete con uno splendido colpo di testa. Qualche responsabilità  della difesa rossonera nell’occasione, che lascia a Pannitteri troppo spazio per colpire. La squadra di mister Licata prova la reazione che si concretizza, almeno nelle occasioni, nei minuti finali. Al trentanovesimo Proto impegna con una bella punizione Fortese che però non trattiene la sfera, prima Fabrizio Licata e successivamente Chiavetta non trovano la deviazioni vincente sulla linea di porta. Tre minuti dopo è ancora Chiavetta ad avere sulla testa la palla del pareggio, dopo un buon cross di Ingrassia, ma il suo tentativo si rivela troppo debole. All’ultimo respiro, su azione d’angolo, altro colpo di testa del centrocampista Leanza, uno degli ultimi ad arrendersi, che passa di un soffio alto sopra la traversa. L’arbitro Sinatra, al termine dell’azione, fischia la fine: Cibiesse batte Branciforti uno a zero. Partita ben preparata dai padroni di casa, che meritatamente si aggiudicano la vittoria al termine di un incontro molto corretto. Nota meno positiva quella riguardante l’arbitraggio: troppi provvedimenti disciplinari e troppo nervosismo a fronte di un match, come ricordato poc’anzi, corretto. Branciforti, dunque, che non riesce a strappare i tre punti necessari per la vittoria del Campionato Uisp, ma che, al cospetto di un Cibiesse in cui spiccano nomi che nel calcio siciliano hanno lasciato tracce importanti, ha dimostrato di avere ottime doti caratteriali e strutturali, evidenziando però le pecche tipiche di una squadra giovane soprattutto nella gestione emotiva della gara. Elementi sui cui dovrà  lavorare il tecnico Andrea Licata in vista della partita in casa contro la Blu Punto della prossima settimana, nella quale i rossoneri avranno un’altra occasione di chiudere il discorso campionato. Sarà  la volta buona?

 

Cibiesse Paternò – Branciforti S.P.D. 1-0 (primo tempo 0-0)

Marcatori: 21’st Pannitteri

Cibiesse: Fortese; Lojacono (22’st Sava), Ciccia, Cannavò; Pennisi Al (13’st Platania), Randazzo, Catania (26’st Mangano) , Ranno, Aureliano; Pannitteri, Fiammetta (18’st Pennisi An.).Allenatore: Corallo Antonino

Branciforti: Lattuga; Algozino, Sottile, Stanzù, Gallo (35’st Buttafuoco); Giunta, Leanza, Rosano D. (19’st Proto), Catalfo (27’st Ingrassia); Germanà  (9’st Licata F.); Chiavetta. Allenatore: Licata Andrea

Arbitro: Sinatra. Assistenti: Vitrano e Incognito

Visita il sito della Branciforti.it http://www.branciforti.it/index.php/news-societa/sconfitta-di-misura-per-la-branciforti-a-paterno.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *