Sindaco Leonforte su ospedale FBC: incontro positivo con Assessore Russo

Leonforte. “Si esprime vivo compiacimento e soddisfazione per l’esito dell’incontro tenutosi a Palermo, in data 14/05/2010, tra una folta delegazione di rappresentanti istituzionali del nostro territorio e l’Assessore Regionale per la Salute Dr. Russo, con l’intercessione dell’avv. Ones Benintende su richiesta dei sindaci e dei presidenti di consiglio, in merito alla rimodulazione della rete ospedaliera, […]

Leonforte. “Si esprime vivo compiacimento e soddisfazione per l’esito dell’incontro tenutosi a Palermo, in data 14/05/2010, tra una folta delegazione di rappresentanti istituzionali del nostro territorio e l’Assessore Regionale per la Salute Dr. Russo, con l’intercessione dell’avv. Ones Benintende su richiesta dei sindaci e dei presidenti di consiglio, in merito alla rimodulazione della rete ospedaliera, e soprattutto per spiegare ed esplicitare le ragioni della protesta effettuata nei giorni scorsi attraverso un sit-in nei locali dell’Ospedale F.B.C. e con la raccolta di circa 1500 firme a sostegno del mantenimento del presidio sanitario” questo il primo commento del Sindaco leonfortese, Pino Bonanno, che continua: “Iniziative volte a rappresentare il giudizio fortemente negativo sul nuovo assetto ospedaliero proposto che penalizza fortemente il presidio di Leonforte mettendone a rischio in breve tempo la stessa sopravvivenza, con grave danno per i cittadini e per gli stessi operatori sanitari, determinando ripercussioni ed effetti negativi sul territorio sia di carattere sanitario che economico e sociale”. All’incontro, oltre all’avv. Benintende e al dr. Mineo, hanno partecipato, con alcuni consiglieri comunali, i sindaci di Assoro, di Nissoria e l’Assessore alla solidarietà ; sociale di Regalbuto. Il Sindaco di Leonforte, Pino Bonanno, era accompagnato dall’Assessore Castrogiovanni, dal presidente del consiglio Trecarichi e dai consiglieri comunali Battiato, Lattuga, Livolsi e Pioppo. Il tema principale del confronto si è incentrato sul mantenimento delle funzioni che l’ospedale ha storicamente svolto e garantito per la salvaguardia della salute dei cittadini del territorio ed in particolar modo per quelle attinenti i reparti di ostetricia-ginecologia e pediatria che col Decreto Assessoriale 749 del 12/03/2010 venivano cancellati con grave discriminazione per gli utenti del luogo che sarebbero stati costretti a servirsi di altri presidi difficilmente raggiungibili a causa della già  e fatiscente rete viaria ed attualmente ridotta al limite della praticabilità  .
L’Assessore Russo, assistito dalla dr.ssa Murè, ha sentito ed ascoltato con attenzione le puntuali e precise argomentazioni addotte dalla delegazione e al termine di un franco e proficuo confronto che ha interessato tutti gli aspetti dell’assistenza sanitaria in provincia, sia quelli riguardanti la rete ospedaliera che quella dei servizi territoriali, ha assicurato il suo impegno per il mantenimento delle funzioni per i reparti di ostetrica-ginecologia e pediatria dando precise indicazioni alla dr.ssa Murè; affinchè traducesse, di concerto con il Direttore generale dell’ASP 4 di Enna, dr. Baldari, quanto stabilito in atti consequenziali. “In questo senso vigileremo nei prossimi giorni ““ afferma il Sindaco – affinchè quanto promesso e concordato sia tradotto in provvedimenti amministrativi che riportino quella necessaria e opportuna serenità  negli operatori sanitari e soprattutto nei nostri concittadini. Nel ringraziare l’Assessore Russo per la sua disponibilità  e sensibilità  dimostrata vorrei, ancora una volta, ribadire come la lotta e l’impegno di tutti e di quanti hanno a cuore la difesa della salute dei cittadini, al di là  delle posizioni ed appartenenze politiche, pagano e danno risultati se portati avanti con compattezza e senza divisioni. Questo è l’insegnamento che dobbiamo trarre da questa vicenda per farne tesoro nel futuro immediato sulle molte e delicate questioni e problematiche riguardanti il nostro territorio”.

Posted: 2010-05-16 11:04:40

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *