Sporting club Leonforte, riscattata la sconfitta di Ragusa

C’era da riscattare la sconfitta di Ragusa e al Palazzetto arrivava l’ostico Modica che occupava la terza posizione in classifica a sole tre lunghezze di distacco in un Palazzetto gelido a causa della perseverante indifferenza dell’Ente Comune di Leonforte a far fronte alla manutenzione minima dell’unico impianto disponibile. E’ la Società  a gravarsi dunque di ulteriori spese per l’acquisto di stufe per ovviare alla mancata fornitura di carburante per la caldaia, è una sola la doccia funzionante, l’illuminazione è ridotta e si spera che non piova… altrimenti ci si deve munire di ombrelli dato che piove dal tetto della struttura. Polemiche a parte, il Modica veniva a Leonforte per tentare il colpaccio che gli sarebbe valso l’aggancio in classifica e mister Carmagno schierava Leocata, Giunta, Di Maria, Morale, Carmagno e Spadaro, libero Mauceri mentre La Bianca rispetto alla gara di Ragusa, inseriva Palazzo per Torregrossa. La partita però non partiva bene per lo Sporting che veniva messo in difficoltà  dalle battute tattiche degli ospiti che condizionavano la ricezione dei nostri, cosଠche i ragusani si portavano avanti di cinque lunghezze che riuscivano ad amministrare fino alla fine col set che finiva 22-25. La Bianca chiedeva subito una reazione a suoi, che pronta arrivava nel set successivo dominato per 25-13. Il terzo set era più equilibrato con il Modica ben attendo in difesa e concreto in attacco, mentre i nostri commettevano qualche errore di troppo in battuta come quello sul punteggio di 23-23 che portava gli ospiti alla palla del set annullata però subito dai nostri, qui La Bianca alza il muro con Torregrossa al posto di Sabella e un inedito Bellicchia a palleggiare permette a Santiglia di mettere a terra la palla del 26-24. Nel quarto set lo Sporting parte subito avanti concedendo poco agli avversari e il set scivola via senza problemi con la partita che si chiude quindi sul 3-1. “Si doveva subito tornare a vincere e lo si è fatto” commenta il presidente a fine gara, “questo gruppo ha bisogno di credere nelle proprie potenzialità  di squadra ed individuali, oggi, a parte il primo set, la squadra ha espresso un ottima pallavolo, si deve continuare su questa strada per misurarci alla pari con le grandi del Campionato”. Sabato a Gela l’ultima di andata contro l’Heraclea Gela.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *