Successo per la presentazione del libro su Buttafuoco

Al centro polifunzionale Nino Buttafuoco di Nissoria è stato presentato il libro di Maurizio Di Fazio Io Sono Nino E Basta.

thumb_iosononino_034

La presentazione del libro

L’Editore Bonfirraro di Barrrafranca, con il coordinamento del prof. Salvo La Porta, ha presentato al Centro Polifunzionale Nino Buttafuoco di Nissoria, alla presenza degli onorevoli Enzo Trantino, Vito Cusimano, Nello Musumeci, Benito Paolone, dei Presidenti della Giunta e del Consiglio della Provincia di Enna, Giuseppe Monaco e Massimo Greco, del Commissario Provinciale del MPA di Enna, Ones Benintende, del Presidente Provinciale della Confindustria di Enna, Nino Grippaldi, del Sindaco di Assoro, Giuseppe Capizzi, di Leonforte, Giuseppe Bonanno, di Nissoria, Filippo Buscemi, di Mimmo Calabrò, caporedattore della Gazzetta del Sud, di Padre Angelo Lo Gioco ( il fraterno amico d’infanzia ), della famiglia Buttafuoco e di un numeroso e qualificato pubblico, il libro agiografico Io Sono Nino E Basta di Maurizio Di Fazio, il romanzo di una vita fra passione e politica dell’onorevole Nino Buttafuoco. Il titolo del libro, a dire dell’autore, nasce ” da una frase che l’onorevole era solito dire a chi lo chiamava onorevole o dottore : ” Io sono Nino, quello di Piazza IV novembre, il figlio di Pietro il calzolaio “. Maurizio Di Fazio, funzionario del Consorzio di Bonifica n. 6 di Enna, come scrittore ha esordito con il libro Il Barone Rosso, leader maximo della sinistra siciliana, ove è protagonista il senatore Mirello Crisafulli, personaggio politico ennese ” dai modi bruschi e sbrigativi ma dai fatti concreti e di sostanza “. Questo suo secondo libro, invece, ha come protagonista l’onorevole Nino Buttafuoco, icona a livello periferico della Destra, per donna Assunta Almirante ,di cui Maurizio Di Fazio ne ” racconta in modo semplice e chiaro la sua attività  di politico e di uomo, documentando che “fu un grande della politica”¦una persona buona, giusta e sempre disponibile con tutti indipendentemente dall’appartenenza politica “. Il libro ha il privilegio di avere come prefatore l’onorevole Enzo Trantino, che ricorda Nino Buttafuoco come ” l’onorevole dei poveri” perché ” era ricco dentro”¦ l’amico deputato siciliano con cui ho vissuto ore di intenso calore umano, senza riserve, innocente” ( vedi pagg. 8 e 10 del libro). Nel suo apprezzato intervento l’ha descritto come uomo di democrazia compiuta, mai di parte, perché Nino Buttafuoco aveva innato il senso della ” famiglia allargata ” e la politica, a suo dire, è bella e alta se destinata agli altri ed è fatta con amore. Il Sindaco di Nissoria, Filippo Buscemi, dopo i saluti ed i ringraziamenti di rito, ha ricordato che il 19 ottobre scorso a Nino Buttafuoco è stato intitolato il Centro Polifunzionale di Nissoria per avere nei 21 anni di sindacatura (1968- 1989) realizzato le strade, le fognature, lo stesso Centro Polifunzionale, la Casa Protetta, lo stadio comunale e ha fatto conoscere Nissoria in tutto il mondo. Di questa opinione è Pietrangelo Buttafuoco, noto giornalista italiano e il nipote tanto amato da Nino Buttafuoco, il cui pensiero è riportato a pagina 145 del libro: ” Ogni volta che mi sposto da una parte all’alta, il mio cognome viene subito riconosciuto, questo dimostra come Nissoria sia al centro della Nazione”. Per Giuseppe Bonanno, Sindaco di Leonforte, l’onorevole Buttafuoco è stato un politico di notevoli doti umane, al servizio della collettività , che sarà  ricordato ancora per molto tempo. L’Editore Bonfirraro, estimatore sin da piccolo di Nino Buttafuoco, nel suo breve intervento ha detto di aver voluto che la presentazione del libro avvenisse il 20 aprile del 2010, nel giorno in cui l’onorevole avrebbe compiuto 87 anni. Subito dopo Salvatore Licata, da un grande schermo, ha fatto scorrere delle toccanti immagini, accompagnate dalle coinvolgenti colonne sonore di Nuovo Cinema Paradiso di Giuseppe Tornatore, di Amarcord di Federico Fellini, del Gladiatore di Ridley Scott, tra le quali quando l’onorevole Nino Buttafuoco è con la moglie Antonietta Buscemi nel giorno del matrimonio ( il 20 settembre 1951), assieme a Giorgio Almirante ( nel 1960), con Antonino Segni ( nel 1963), accanto a Sandro Pertini ( nel 1983), con Romano Mussolini ( nel 1984), vicino a Papa Wojtyla ( nel 1985). Donna Assunta Almirante per telefono ha voluto ricordare l’affetto per l’amico Nino Buttafuoco e dire il suo grazie ai Siciliani per il forte legame che li univa al marito Giorgio. Per Uccio Muratore, vice-sindaco del Comune di Leonforte, l’onorevole Nino Buttafuoco è stato un politico di razza, che programmava il futuro. Fu, infatti, tra i primi a parlare della realizzazione del ponte sullo stretto di Messina, di spazio euro-mediterraneo. Proverbiale è stata la sua generosità  a favore della povera gente, molto apprezzato per aver testimoniato la politica del sorriso e dell’amicizia ““ un Berlusconi ante litteram potremmo dire – al di là  degli schieramenti di partito. Per Salvo La Porta, da tanti riconosciuto come il suo ” delfino politico”, Nino Buttafuoco fu sempre giovane, perché alfiere della giovinezza. L’autore Maurizio Di Fazio ha ringraziato l’Editore Bonfirraro per aver voluto che si realizzasse il libro, gli imprenditori Giuseppe Giunta e Nino Ipsale per il contributo, gli onorevoli Nello Musumeci ed Enzo Trantino, la famiglia Buttafuoco e Nuccio Lombardo, per le foto. L’onorevole Vito Cusimano si è complimentato con gli organizzatori per avergli fatto rivivere momenti bellissimi del suo passato, mentre l’onorevole Benito Paolone ha attenzionato alcune qualità  politiche di Nino Buttafuoco, quali la fede e l’amore per la Patria, senza cui non c’è futuro, non c’è vita. Gaetano Santangelo, già  consigliere della Provincia Regionale di Enna, ne ha ricordato la bontà  d’animo sin da quando, ad avvenuta prima elezione a parlamentare regionale, pur a conoscenza di non averlo votato, lo volle lo stesso abbracciare. A chiusura degli interventi, la docente Pina Mantia ( ne è stata la vice sindaco dal 1979 al 1989) ha ringraziato il compianto onorevole Nino Buttafuoco per aver reso Nissoria bella e pulita. Con le note vibranti dell’Intermezzo dell’opera lirica L’amico Fritz di Pietro Mascagni, tanto gradito a Nino Buttafuoco, a dire del ” fraterno suo amico e caro compare ” , esimio Preside Nino Proto ( vedi pagg. 110-111 del libro), si è conclusa, e anche aperta, la magnifica serata in suo ricordo. Giuseppe Sammartino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *