Tenta di investire il rivale in amore

Leonforte. Arrestato Antoninoi Leanza, classe “˜64, leonfortese, resosi responsabile di tentato duplice omicidio in danno di due conoscenti, con i quali aveva avuto di recente screzi per futili motivi, nella tarda serata di ieri, dagli uomini del Commissariato di Leonforte, diretti dal Commissario Capo Salvatore Tognolosi
In particolare, nella serata di ieri, il Leanza, a bordo della propria autovettura, percorreva il centralissimo corso Umberto, allorquando, in un tratto della via, saliva con l’intera autovettura sul marciapiede, tentando di investire due pedoni.
Il Leanza non si preoccupava per nulla del fatto che il corso Umberto, arteria principale della cittadina leonfortese, è a quell’ora piena di cittadini, soprattutto nel tratto interessato dalla vicenda, pieno di esercizi commerciali, tra i quali un supermercato.
I due pedoni, oggetto del tentato duplice omicidio, venivano soccorsi e trasportati tramite ambulanza presso il locale nosocomio, e successivamente veniva appurato che gli stessi non avevano subito danni irreparabili solo grazie alla prontezza di riflessi, che gli aveva consentito di scansarsi poco prima di essere travolti, venendo quindi investiti solo di striscio.
La pericolosissima manovra del Leanza, che saliva in toto, con l’intera autovettura, sul marciapiede, pur di investire i due malcapitati, procurava invece ovvi danni alla vettura dello stesso pluripregiudicato, graffiata e ammaccata a seguito del forte urto, e danneggiava palesemente anche una cabina-centralina telefonica, colpita dall’impatto.
Solo successivamente, nel corso degli ulteriori accertamenti, gli investigatori leonfortesi appuravano che il Leanza e i due pedoni avevano avuto, nel recente passato, screzi per futili motivi. Lo stesso, una volta visti i due, casualmente, appiedati nel corso Umberto, aveva pensato di “risolvere” la questione travolgendoli con la propria autovettura, invadendo il marciapiede a velocità  sostenuta, mutando quindi lo scenario della vicenda da incidente stradale con lesioni, a duplice tentato omicidio.
Solo l’intervento degli uomini della Volante del commissariato leonfortese salvava il Leanza da un sicuro linciaggio, essendovi molteplici testimoni che inveivano con veemenza contro il pluripregiudicato, che, incurante del fatto che il corso Umberto, soprattutto nel pomeriggio, è pieno di pedoni soliti effettuarvi la rituale “passeggiata”, non ha esitato a creare un concreto pericolo pur di raggiungere il suo scopo.
Sulla scorta di quanto accertato, il pregiudicato, veniva deferito alla Procura della Repubblica di Nicosia, in stato di arresto per il reato di duplice tentato omicidio, ponendolo, a disposizione dell’A.G. procedente presso la casa circondariale nicosiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *