VOIP e banda larga al Comune di Leonforte.

Con il nuovo sistema di telefonia il Comune risparmia 30 mila euro annui.

In tempi di tagli e riduzione dei trasferimenti statali il Comune di Leonforte prosegue speditamente su una strada già  battuta da tempo: quella dell’innovazione tecnologica e della riduzione dei costi. Da qualche giorno, infatti, il Comune di Leonforte è passato dalla telefonia analogica tradizionale al VoIP (voce tramite protocollo internet), ed a breve attiverà  in tutte le sedi comunali la banda larga su tecnologia HDSL.
La realizzazione di questo ambizioso progetto tecnologico, fortemente voluto dall’Assessore al Bilancio dott. Angelo Proto, è stato frutto di un lavoro di squadra: il dott. Salvatore Lo Bartolo, responsabile del settore Affari Generali, ha curato il procedimento amministrativo; la ditta Tecnotel di Montignoso (Massa Carrara) ha installato l’infrastruttura telefonica VoIP; il dott. Giuseppe Rossino, responsabile sicurezza informatica e della gestione della rete, ha pianificato e coordinato tutte le attività  di progetto offrendo supporto tecnico-specialistico sul campo.

Ma cosè il VoIP? Ce lo spiega meglio il dr. Rossino: “Si tratta di una tecnologia che rende possibile effettuare una conversazione telefonica a costo zero sfruttando una connessione Internet. Nel caso del Comune di Leonforte le conversazioni VoIP tra le sedi comunali viaggiano all’interno della rete informatica e telematica comunale che collega fra loro il Municipio, la Biblioteca Comunale e i settori Polizia Municipale/Solidarietà  sociale. Ciò ha comportato l’istallazione una avanzata infrastruttura telefonica collegata agli apparati di rete. Inoltre, per rendere più efficiente la qualità  dei collegamenti telefonici VoIP, a breve verrà  effettuato il passaggio ad una nuova tecnologia di collegamento ad Internet in “banda larga” di tipo HDSL, per consentire alla rete comunale nel suo complesso di raggiungere la ragguardevole velocità  di 14 Mbit/secondo. Un enorme balzo in avanti se si considera che ad oggi la rete comunale dispone di “solo” 2 Mbit/secondo. Il passaggio alla banda larga inoltre permetterà  l’implementazione di servizi aggiuntivi (faxweb, videoconferenza, streaming per webradio o webTV, videosorveglianza remota di sedi comunali, etc.) con una crescita in termini di efficienza tecnologica, nonché un notevole risparmio economico. I nuovi collegamenti in banda larga HDSL saranno utilizzati oltre che per il VoIP, anche per la trasmissione telematica dei dati nonché per l’accesso ad Internet. Con questa nuova infrastruttura anche tutto il traffico telefonico, cosଠcome già  avviene per il traffico dati, viene accentrato nella sede del Municipio con un costante monitoraggio della spesa telefonica. Naturalmente un primo immediato vantaggio economico del progetto deriva dalla cessazione dei canoni delle linee telefoniche tradizionali non più necessarie. Diminuiranno inoltre i costi del traffico telefonico anche verso i cellulari; a costo zero saranno invece le chiamate in VoIP tra le sedi comunali e le telefonate urbane ed interurbane verso numeri nazionali di rete fissa”

“La tecnologia è un alleato importante al fianco della pubblica amministrazione per la razionalizzazione dei costi e lo sviluppo dei servizi degli enti locali” ha dichiarato il dott. Angelo Proto, assessore al bilancio. “Dal passaggio alla telefonia VoIP il nostro Comune trarrà  il beneficio di un risparmio annuo di almeno il 40% dei costi attualmente sostenuti per telefonia e connettività  ad internet. Si pensi, ad esempio, che nel 2011 le spese telefoniche annue sostenute dall’Ente per collegare la sede municipale con le sedi distaccate di Via Calvario e Piazza Cappuccini sfiorano i 10 mila euro, senza contare i costi telefonici delle Scuole pubbliche e di altri Enti, anch’essi a carico del Comune. Con il passaggio al VoIP le spese comunali di telefonia scenderanno sotto la soglia di 40 mila euro, con un risparmio di oltre 30 mila euro all’anno. Un risparmio che comincia sin da ora, ma che avrà  pieno effetto sul bilancio del 2012, con il servizio a regime. La razionalizzazione dei costi dell’Ente – ha sottolineato l’Assessore Proto – perseguita nel rispetto e nella valorizzazione dei servizi al cittadino è uno degli obiettivi principali della nostra Amministrazione.”

ll Sindaco Pino Bonanno, entusiasta, conclude: “andiamo avanti sulla strada dell’innovazione tecnologica e del risparmio sulla spesa pubblica. Il VoIP e la banda larga rappresentano l’ultimo dei progetti fortemente voluti e messi in campo da questa Amministrazione che, mi preme sottolineare, sono il risultato di una proficua sinergia tra lo spirito di servizio ed abnegazione di alcuni Dirigenti e dipendenti comunali ed il prezioso contributo del dr. Rossino. Abbiamo infatti già  realizzato il Progetto CAPSDA per offrire servizi internet ai cittadini meno abbienti, interamente finanziato dalla Regione Sicilia. Abbiamo già  realizzato, con personale interno, un avanzato portale internet comunale per offrire servizi on line agli utenti secondo le norme sull’accessibilità , ivi compreso l’Albo Pretorio on line che consente al cittadino di consultare atti e procedimenti amministrativi direttamente da casa propria. Abbiamo anche presentato un grande progetto per la videosorveglianza di tutto il centro urbano richiedendone il finanziamento al Ministero dell’Interno nell’ambito del PON Sicurezza Sud. Abbiamo infine presentato un progetto per lo sportello URP telematico per il cittadino richiedendone il finanziamento alla Regione Sicilia. Insieme, lavorando giorno per giorno per la nostra Leonforte, intendiamo continuare ad operare sulla strada del risparmio, dell’efficienza, dell’innovazione e della trasparenza amministrativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *