Volley.Lo Sporting club cede il primato

Ragusa amara ancora una volta per lo Sporting Club che torna a mani vuote perdendo con il risultato netto di 3-0 ma col rammarico di aver disputato una gara alla pari contro il forte Ragusa che nei momenti topici dell’incontro è riuscita a piazzare i colpi vincenti. In palio c’era il primato nel girone, dato che le due squadre scendevano in campo appaiate in testa alla classifica e La Bianca si affidava alla stessa formazione con cui aveva battuto la Nissa sette giorni prima, quindi Sabella Santiglia, Torregrossa, Bellicchia ,Randazzo, Buttafuoco e Vanadia libero, mentre Benassi andava in campo con Assenza, Cappello, Gurrieri, Di Stefano, Firrincieli e Salonia libero e gara che manteneva le aspettative, con le due compagini che non si davano tregua per tutto il primo set giocando punto su punto, ma set che andava ai locali per 25-23. Secondo set che iniziava sugli stessi ritmi del primo e intorno alla metà  era lo Sporting a portarsi avanti di due lunghezze, ma qui, ben cinque errori di fila in attacco, vanificavano il vantaggio che però, non faceva scoraggiare i nostri ragazzi, che si riportavano sotto e mollavano il set solo ai vantaggi con Benassi che ancora una volta, sfruttava l’ottimo gioco a centro e piazzava il punto set con Cappello. Nel terzo set La Bianca cerca di cambiare qualcosa inserendo Vitale per Sabella in regia, ma il set inizia male, con i ragusani che si portano avanti di quattro lunghezze sui nostri errori in attacco, cosଠLa Bianca manda in campo anche Scardino per Santiglia in giornata no e Palazzo per Torregrossa e la squadra mostra subito una reazione che ci riporta sotto fino al 23-22, ma un fallo in attacco di Scardino porta i ragusani al match point che ancora una volta Benassi e compagni non sbagliano chiudendo set e gara a loro favore. Il risultato parla chiaramente a favore degli avversari, ma abbiamo comunque giocato una buona gara, afferma il dirigente Vitale a fine partita, ci siamo battuti alla pari e oggi è mancato solo un po’ più di concretezza in attacco e la giusta aggressività  al servizio, che con il lavoro in palestra sarà  un gap risolvibile. Prossimo impegno in casa sabato contro il Modica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *